Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1939

Chiude il Collegio Jacobs dei Fiamminghi

Il Collegio dei Fiamminghi, uno dei pochi antichi collegi universitari superstiti in città, è costretto nuovamente alla chiusura, dopo la sospensione delle attività durante la prima guerra mondiale.

E' conosciuto anche come Collegio Jacobs, dal nome del fondatore, Jean Jacobs (1574-1650), un orafo belga residente a Bologna e amico di Guido Reni, che, per volontà testamentaria, ha lasciato quasi tutte le sue sostanze a favore di questa istituzione.

All'inizio il collegio si trovava nella contrada del Pratello ed era posto sotto l'invocazione della Santissima Trinità. Ad esso accedevano tre o quattro giovani di fede cattolica “sani ben fatti e di aspetto gradevole”. Erano mantenuti agli studi per cinque anni e, al termine, ricevevano una somma di denaro per rimpatriare.

Le regole austere del donatore sono rimaste in vigore fino al nuovo statuto del 1886. Dal 1681 il collegio si è trasferito in via Cartoleria Nuova (poi via Guerrazzi). Nel 1944 il palazzo sarà danneggiato gravemente da un bombardamento e nel dopoguerra verrà in parte affittato all'Università.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Collegio Jacobs dei Fiamminghi - via Guerrazzi (BO) Collegio Jacobs - via Guerrazzi (BO) Il collegio Jacobs dei Fiamminghi in via Guerrazzi (BO)

Localizzazioni:

Google Maps

Approfondimenti:

  • Anna Maria Bertoli Barsotti, Joannes Jacobs Bruxellensis, 1575-1650 orefice a Bologna, fondatore del Collegio dei Fiamminghi, Bologna, Bononia University Press, 2014
  • Umberto Beseghi, Palazzi di Bologna, 2. ed., Bologna, Tamari, 1957, p. 308
  • Tiziano Costa, Grande libro dei personaggi di Bologna. 420 storie, Bologna, Costa, 2019, p. 108 (J. Jacobs)
  • Carlo Forni, Il collegio Jacobs in Bologna, Bologna, Tip. Compositori, 1958
  • Giovanni Jacobs e il Collegio dei fiamminghi in Bologna in uno scritto di Attilio Salviati, in: "Strenna storica bolognese", 8 (1958), pp. 249-256
  • Libri in collegio: Jean Jacobs e il Collegio dei fiamminghi in Bologna tra passato e presente, Bologna-Bruxelles 1995, Bologna, Università degli studi, 1995
  • Giovanna Morsiani Vaioli, Il Collegio dei Fiamminghi, in: F.I.L.D.I.S., Cenacoli a Bologna, Bologna, L. Parma, 1988, pp. 51-58
  • Le strade di Bologna. Una guida alfabetica alla storia, ai segreti, all'arte, al folclore (ecc.), a cura di Fabio e Filippo Raffaelli e Athos Vianelli, Roma, Newton periodici, 1988-1989, vol. 2., p. 378
  • Athos Vianelli, L'antica università di Bologna. Origini, fatti e vicende, con disegni di Alessandro Cervellati, Bologna, Tamari, 1978, p. 177