Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1938

Tragico incidente durante la Mille Miglia

Durante il secondo passaggio da Bologna della Mille Miglia, la Lancia Aprilia contrassegnata dal numero 101, mentre percorre i viali di corconvallazione, urta i binari del tram e sbanda pericolosamente, travolgendo alcuni spettatori appostati sul percorso.

I due piloti rimangono illesi, ma l'incidente provoca dieci morti - tra cui sette bambini di una scolaresca - e decine di feriti. A seguito di questo luttuoso evento il governo proibisce la disputa di gare automobilistiche su "strade metropolitane".

A Bologna le auto da corsa della Mille Miglia arrivavano dalle curve dei passi della Raticosa e della Futa e a Porta Santo Stefano c'era il rifornimento e il controllo.

Spesso vi sostava Enzo Ferrari in persona a incoraggiare i suoi piloti. Le macchine ripartivano poi, rombando, verso Porta Saragozza.

La Mille Miglia riprenderà nel dopoguerra. Nell'edizione del 1954 alla mitica corsa attraverso l'Italia parteciperanno almeno quaranta bolognesi, tra piloti e navigatori.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Targa ricordo di Clemente Biondetti plurivincitore della Mille Miglia - passo... Una vecchia scritta inneggiante alla Mille Miglia su una casa di via Toscana...

Approfondimenti:

  • Beatrice Borghi, Rolando Dondarini, Bologna. Storia, volti e patrimoni di una comunità millenaria, Argelato, Minerva, 2011, p. 171
  • Nino Comaschi, Bologna anni Trenta. La piccola città d'un fotografo borghese, scritti di Franco Cristofori con una testimonianza di Giorgio Comaschi, Sala Bolognese, A. Forni, 1984, p. 58
  • Tiziano Costa, Bologna prima e dopo il '68 ... ricordi di una vita, Bologna, Costa, 2018, p. 81
  • Daniele Marchesini, Cuori e motori. Storia della Mille miglia 1927-1957, Bologna, Il mulino, 2001
  • Fabio e Filippo Raffaelli, Terra di piloti e di motori. Emilia Romagna e Marche, Modena, Artioli, 1994, pp. 183-192