Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1936

V Intersindacale di belle arti

Dal 4 novembre al 31 dicembre si tiene nel salone del Podestà la V Mostra interprovinciale del Sindacato fascista belle arti Emilia-Romagna.

Oltre ad artisti ormai noti, quali Virgilio Guidi, Carlo Corsi, Lea Colliva, Angelo Caviglioni e Cleto Tomba, espongono giovani promesse come Aldo Borgonzoni, Pompilio Mandelli, Luciano Minguzzi. Il primo premio (Premio del Duce) è assegnato a Ilario Rossi.

Molto apprezzata è la parete di Mario Pozzati con “figure, fiori, un cavallo bianco”. I dipinti di questo pittore appartato, considerato maudit, affascinano i più giovani. Per alcuni di loro sono “come una sferzata a tutta quella cultura ferma e un poco fossilizzata”, che domina l'ambiente artistico cittadino.

 

Fonti della notizia:

consulta

Localizzazioni:

Google Maps

Approfondimenti:

Bologna anni 1930-40. Materiali d'opere e di memorie da leggere e da vedere, Bologna, Tipostampa Bolognese, 1983, pp. 38-39, 45-46