Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1936

Progetto per una caserma di artiglieria

Ai Littoriali della Cultura e dell'Arte di Roma i giovani Luigi Vignali, Giuseppe Mazzanti e Italo Bianco presentano al concorso di architettura un progetto in stile modernista per una caserma di artiglieria.

Esso denuncia una chiara ascendenza dagli edifici proposti in questo periodo da Giuseppe Vaccaro, maestro riconosciuto, assieme a De Angeli, della generazione dei giovani progettisti bolognesi.

Molti di loro frequentano la Facoltà di Ingegneria o il biennio di Architettura dell'Accademia, di recente istituito, e partecipano alle animate discussioni serali al caffè San Pietro, alle quali non mancano i principali protagonisti dell'ambiente artistico bolognese.

Alcuni, come Alfredo Leorati, presentano i loro lavori ai Littoriali, seguendo i consigli e le correzioni di Renzo Bianchi, anch'egli ancora studente, ma, secondo Vignali, “più anziano e preparato” di loro.

Il progetto con plastico di Caserma di artiglieria divisionale è proposto anche nella mostra di architettura, che si tiene nel 1936 nel Palazzo comunale di Bologna.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Alfredo Leorati, a cura di Stefano Zironi e Fulvia Branchetta, Sala Bolognese, A. Forni, 1999, p. 18
  • Bologna anni 1930-40. Materiali d'opere e di memorie da leggere e da vedere, Bologna, Tipostampa Bolognese, 1983, pp. 19-21, 26, 29 (foto)
  • Italo Bianco, a cura di Stefano Zironi e Laura Salmi, Sala Bolognese, A. Forni, 2006, pp. 10-11 (ill.)
  • Luigi Vignali, a cura di Stefano Zironi e Fulvia Branchetta, Sala Bolognese, A. Forni, 1992, p. 34 (ill.)
  • Gli studenti dell'Università di Bologna dal fascismo alla liberazione, Aula Magna dell'Università di Bologna, 21 aprile 2010, catalogo della mostra a cura di Paola Dessì e Pier Paolo Zannoni. Bologna, CLUEB, 2010, pp. 48-49 (foto)