Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1933

La protesta dei "portantini di riso"

Durante la campagna per la raccolta del riso scoppia una protesta nella tenuta dei Torlonia a Galliera, in affitto ai fratelli Bersani.

E' organizzata da una ventina di uomini, chiamati “portantini”, perché lavorano a coppie, trasportando su una sorta di barella i covoni di riso.

Il pretesto per lo sciopero è la scarsa qualità del vino, ma le richieste puntano a migliorare le condizioni massacranti del lavoro. Poche ore dopo sul posto interviene la forza pubblica, assieme ai capi fascisti.

L'agitazione è considerata un reato e gli organizzatori vengono denunciati e inviati a Bologna nel carcere di San Giovanni in Monte. Processati per direttissima, dovranno pagare una forte multa.

Un altro sciopero dei portantini si verificherà nell'Azienda Fratelli Bersani nel 1942, in piena guerra. Anche in quella occasione, assieme ai rappresentanti del sindacato fascista, interverrà la forza pubblica.

Fonti della notizia:

consulta

Localizzazioni:

Google Maps

Approfondimenti:

Maria Gervasio, Galliera, ricordi della Resistenza, Galliera, ANPI di Galliera, 1995, pp. 26-27