Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1932

Il bacino artificiale di Suviana

Terminano il 13 giugno i lavori di sbarramento del torrente Limentra di Treppio nei pressi del borgo di Suviana sull'Appennino bolognese.

La costruzione della nuova diga è iniziata il 15 ottobre 1928, su progetto degli ingegneri Francesco Pelagatti e Luigi Mirone e per conto delle Ferrovie dello Stato. Alta 97 metri, del tipo “a gravità a profilo triangolare”, ha al centro un grande fascio littorio in bronzo, illuminato durante la notte.

In questo periodo è la più imponente in Italia e con il suo bacino di oltre 40 milioni di metri cubi di acqua, sovrasta la valle del Reno e la città di Bologna.

La realizzazione dell'impianto idroelettrico di Suviana ha comportato un grande impiego di uomini e mezzi: sono state costruite nuove strade e una teleferica per il trasporto di cemento dalla stazione di Porretta.

La centrale elettrica situata ai piedi della diga, completata nel settembre 1932, è la maggiore tra quelle di proprietà pubblica. Sfrutta il salto creato dallo sbarramento. Vi sono installati tre grandi gruppi generatori. La produzione di energia è finalizzata alla elettrificazione delle linee ferroviarie.

Col tempo saranno fatte confluire nel bacino di Suviana, tramite condotti sotterranei, le acque del Reno e del Limentra di Sambuca, attraverso i bacini di Molino del Pallone e Pavana.

Negli anni 1970-1975 vi saranno forzate anche le acque del bacino del Brasimone e così il complesso Suviana-Brasimone diventerà il principale dell'Appennino Settentrionale, a livelli di potenza e produzione comparabili a quelli delle centrali alpine.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

La diga di Suviana Il bacino artificiale di Suviana La diga di Suviana da nord - è visibile in altro a sx l Il bacino artificiale di Suviana Il lago di Suviana da Badi La diga di Suviana Centrale elettrica di Bargi-Suviana - La condotta forzata Centrale elettrica di Bargi-Suviana - La condotta forzata

Approfondimenti:

  • Archeologia industriale in Emilia Romagna Marche, a cura di Giorgio Pedrocco e Pier Paolo D'Attorre, Cinisello Balsamo, Pizzi, 1991, pp. 98-99
  • Atlante bolognese. Dizionario alfabetico dei 60 comuni della provincia, Bologna, Poligrafici Editoriali, 1993, p. 103
  • Fabio Degli Esposti, Le fonti energetiche, in Archeologia industriale in Emilia Romagna Marche, a cura di Giorgio Pedrocco e Pier Paolo D'Attorre, Cinisello Balsamo, Silvana, 1991, pp. 95-113
  • Paolo Digiuni e Renzo Zagnoni, Le dighe di Suviana, Pavana e Molino del Pallone. I ricordi dell'ingegner Pelegatti, figlio del progettista, 2000
  • La ferrovia transappennina. Il collegamento Nord-Sud attraverso la montagna bolognese e pistoiese, 1842-1934, a cura di Gruppo di studi alta Valle del Reno (...), Vergato, Ferri, 1985, pp. 291-293
  • Fabio Palmieri, Renzo Zagnoni, Il "motore idraulico" dal mulino all'idroelettrico. Dieci secoli di energie rinnovabili nell'Appennino bolognese, Porretta Terme, CISA, 2007
  • Maurizio Panconesi, La Direttissima degli Appennini. La linea Bologna-Prato e le sue ferrovie di servizio, Cortona, Calosci, 2002, p. 85
  • Suviana: un bosco, un lago. I parchi naturali della provincia, testo e foto di Edoardo Rosa, in "Bologna incontri. Mensile dell'Ente provinciale per il turismo di Bologna", 5 (1974), pp. 32-33
  • Suviana e Pavana 1934. Mezzo secolo di energia pulita sull'Appennino bolognese e pistoiese. La costruzione degli impianti idroelettrici dell'alto Reno e Limentre, Porretta Terme, Editoriale Nueter, 1987
  • Terre e acque di Camugnano. Veleggiando per l'Appennino Tosco-Emiliano. Itinerari camugnanesi, Camugnano, Comune, 2006, pp. 82-85