Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1931

Processi davanti al Tribunale Speciale per decine di antifascisti bolognesi e imolesi

63 comunisti bolognesi, arrestati nelle retate del novembre 1930, vengono trasferiti a Roma a gruppi di quattro e rinchiusi nel carcere di Regina Coeli.

Tra il 23 e il 29 settembre saranno processati dal Tribunale Speciale per la difesa dello Stato, presieduto da Augusto Ciacci, che comminerà parecchi anni di carcere. Tra i condannati c'è anche il responsabile del PCI per l'Emilia-Romagna, Cino Moscatelli.

A giugno nel Palazzo di Giustizia romano è andato alla sbarra, in cinque distinti processi, anche un folto gruppo di antifascisti imolesi.

Tra il 1927 e il 1942 nel bolognese saranno arrestati 771 antifascisti (144 solo nel 1931). 471 di essi verranno condannati dal Tribunale Speciale a 2.270 anni di carcere e 899 anni di confino. Oltre l'80 per cento dei condannati sono comunisti.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Luigi Arbizzani, Antifascismo e lotta di Liberazione nel Bolognese. Comune per comune, Bologna, ANPI, 1998, p. 11, 13
  • Luigi Arbizzani, Sguardi sull'ultimo secolo. Bologna e la sua provincia, 1859-1961, Bologna, Galileo, 1961, p. 178
  • Luciano Bergonzini, La svastica a Bologna, settembre 1943 - aprile 1945, Bologna, Il mulino, 1998, p. 95, nota 20
  • Mario De Micheli, 7a GAP, 2. ed., Roma, Editori Riuniti, 1971, p. 30
  • Renato Sasdelli, Fascismo e tortura a Bologna. La violenza fascista durante il Regime e la RSI, Bologna, Pendragon, Istituto per la storia e le memorie del 900 Parri, 2017, p. 41
  • Giorgio Scarabelli, 25 anni di galera per antifascismo. Dall'aula 4. del Tribunale speciale al lager di Mauthausen. Tranche de vie di un militante comunista, Bologna, Tip. moderna, 1982, p. 23
  • Torri e castelli. Bologna e la sua provincia. Storia, dizionario biografico, opere d'arte, notizie d'oggi, 2. ed. ampliata a cura di Luigi Arbizzani e Pietro Mondini, Bologna, Editrice Galileo, 1966, p. 44, nota 16