Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1930

Giovanni Battista Berardi nominato Podestà

Dopo la precoce morte di Antonio Carranti, subentra alla carica di Podestà di Bologna il romagnolo Giovanni Battista Berardi, già facente funzione di vice podestà.

Fascista della prima ora, Berardi ha partecipato alla Marcia su Roma alla testa di un gruppo di Camicie Nere. Si è distinto nelle azioni squadristiche, conquistando la fiducia del ras bolognese Arpinati, di cui seguirà la sorte politica, dopo la sua caduta in disgrazia nel 1933.

In agosto verrà nominato vice-podestà Giuseppe Lipparini, insegnante di storia dell'arte presso l'Accademia, noto per essere stato l'oratore, nel 1914, di uno dei primi comizi interventisti. Tesserato al PNF, il professore bolognese fonde “in felice armonia la fede politica e le nobili facoltà di artista”.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Brunella Dalla Casa, Leandro Arpinati. Un fascista anomalo, Bologna, Il mulino, 2013, p. 189, 230
  • Fiorenza Tarozzi, Nuova amministrazione, nuova classe dirigente, in: Storia di Bologna, a cura di Renato Zangheri, Bologna, Bononia University Press, 2013, vol. 4., tomo 2., Bologna in età contemporanea 1915-2000, a cura di Angelo Varni, pp. 188-189