Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1929

Antonio Carranti nominato Podestà

Con la nomina di Leandro Arpinati a Sottosergetario agli Interni, diviene Podestà il suo vice, l'avvocato imolese Antonio Carranti (1871-1930), già delegato podestarile per le materie finanziarie.

E' presentato come un abile amministratore e un lavoratore instancabile. Il suo compito è essenzialmente quello di portare a termine le opere avviate dal suo predecessore.

Morirà però molto presto, il 24 aprile 1930, dopo una breve malattia. Al suo posto subentrerà Giovan Battista Berardi, vice-podestà e membro del Direttorio del Fascio, anch'egli assiduo seguace di Arpinati.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Tomba di Antonio Carranti nel cimitero della Certosa (BO)

Approfondimenti:

  • Brunella Dalla Casa, Leandro Arpinati. Un fascista anomalo, Bologna, Il mulino, 2013, p. 189
  • Fiorenza Tarozzi, Nuova amministrazione, nuova classe dirigente, in: Storia di Bologna, a cura di Renato Zangheri, Bologna, Bononia University Press, 2013, vol. 4., tomo 2., Bologna in età contemporanea 1915-2000, a cura di Angelo Varni, pp. 186-188

Internet: