Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1928

La Galleria del Leone e altri "passages"

Nel nuovo Palazzo del Commercio, costruito nei pressi della Loggia dei Mercanti su progetto di Carlo Chierichetti, è ricavata la Galleria del Leone.

Si tratta di un'ampia galleria commerciale, dotata di “una grande copertura vetrata in ferro”, che assomiglia ai passages caratteristici a Parigi nella zona dei grandi boulevard.

Nello stesso anno Edoardo Collamarini realizza - poco distante, con accesso su via Rizzoli - la Galleria Acquaderni all'interno del Palazzo delle Province Romagnole, utilizzando in parte le strutture dell'antico Ospedale di San Giobbe dei Luetici e dell'Oratorio di Santa Maria dei Guarini.

Anche Giulio Ulisse Arata in questo periodo inserisce due passaggi coperti nella ristrutturazione del Quadrilatero, collegando via Marchesana, via Toschi e il Portico della Morte.

Altri passages saranno costruiti a Bologna nel secondo dopoguerra, quali la Galleria del Toro (1954), frutto della ricostruzione dell'ex hotel Brun, la Galleria del Palazzo Santunione in via Ugo Bassi e la Galleria Cavour, edificata negli anni Sessanta su progetto di Giorgio Pizzighini e Luigi Vignali.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

Piero Orlandi, Guardando Parigi. Il progetto della Bologna dopo l'Unità, in: Rinnovare Bologna. Tra '800 e '900, a cura di Angelo Varni, Bologna, Bononia University Press, 2019, pp. 35-36, 40 (foto)