Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1928

Chiude il caffè della Barchetta

Chiude uno dei locali storici di Bologna: il caffè della Barchetta. Situato in via dei Libri (poi via Farini n. 4), all'angolo con via D'Azeglio, ha ospitato nelle sue sale cittadini illustri come il restauratore Alfonso Rubbiani e l'avvocato Giuseppe Ceneri, il chimico Giacomo Ciamician e il poeta Enrico Panzacchi.

Soprattutto d'estate vi accorrevano professionisti e commercianti, per consumare "una frettolosa ma squisita colazione alla forchetta" (Giacomelli). Il nome era dovuto all'insegna di una bottega di merceria, raffigurante in stile carraccesco la Sacra Famiglia "in barca veleggiante".

Il portico davanti al caffè aveva un parapetto, per il notevole dislivello con la strada, Da quel parapetto fu fatto precipitare un giorno un soldato austriaco.

Fonti della notizia:

consulta

Localizzazioni:

Google Maps

Approfondimenti:

  • I caffè storici in Emilia-Romagna e Montefeltro, a cura di Giancarlo Roversi, Casalecchio di Reno, Grafis, 1994, pp. 66, 85, 106, 114-116
  • Renzo Giacomelli, Vecchia Bologna: ricordi di mezzo secolo, Rocca San Casciano, Cappelli, 1962, p. 177
  • Guido Giannuzzi, Il caffè. Sociabilità e relazioni, in: Gioachino in Bologna. Mezzo secolo di società e cultura cittadina convissuto con Rossini e la sua musica, a cura di Jadranka Bentini e Piero Mioli, Bologna, Pendragon, 2018, p. 379
  • Filippo Raffaelli, I segreti di Bologna, Bologna, Poligrafici, 1992, p. 58
  • Athos Vianelli, Caffè d'altri tempi, in: id., Bologna in controluce. Storie e curiosità fra un secolo e l'altro, Bologna, Inchiostri, 2001, pp. 41-46
  • Rodolfo Viti, Il Caffè della Barchetta, in: I caffè storici in Emilia-Romagna e Montefeltro, cit., pp. 123-126