Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1927

La Demm di Porretta Terme

Nata nel 1919 a Milano come fabbrica di ingranaggi, la Demm (Fratelli Daldi e Matteucci S.p.a.) si trasferisce a Porretta Terme, ampliando la propria produzione a vari componenti di motori e strumenti di precisione.

Nel 1943 raggiungerà il numero di 1.780 dipendenti e avrà uno stabilimento di 25.000 mq., esemplare sia per l'aspetto architettonico che per la razionale distribuzione dei reparti.

Durante la guerra, la fabbrica verrà a trovarsi sulla linea del fronte: sarà razziata dai tedeschi e completamente distrutta dai bombardamenti degli Alleati.

Risorgerà dopo la guerra, allargando ulteriormente la produzione alle motociclette complete. Sotto la guida tecnica di Giuliano Mazzini, la Demm sarà famosa per ciclomotori e motoleggere raffinate, sia sul versante turistico che agonistico.

Nel 1956 il modello "Siluro" della Demm otterrà 24 record mondiali sulla pista di Monza.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Bologna 1937 - 1987. Cinquant'anni di vita economica, a cura di Fabio Gobbo, Bologna, Cassa Di Risparmio in Bologna, 1987, p. 139
  • Mario Facci, Le officine Daldi e Matteucci (Demm) di Porretta. Cronache di un trentennio: 1919-1950, in: "Nueter", 26 (2000), pp. 354-384
  • Giuliano Mazzini, Museo. Storia moto/ciclomotoristica della SPA Officine Meccaniche F.lli Daldi & Matteucci, Porretta Terme (BO), 1952-1982, Porretta Terme (BO), DEMM, 2002
  • Giuliano Mazzini, 40 anni in DEMM. Una storia montanara, le nostre radici, Porretta Terme (BO), DEMM, 2003
  • Giorgio Pedrocco, Bologna industriale, in: Storia di Bologna, a cura di Renato Zangheri, Bologna, Bononia University Press, 2013, vol. 4., tomo 2., Bologna in età contemporanea 1915-2000, a cura di Angelo Varni, p. 1067, 1095
  • Roberto Sgarzi, Ciclomotori italiani. Storie di grandi uomini e di piccoli motori, Argelato, Minerva, 2009, pp. 99-110
  • Ezio Trota, Carlo Mondani, Vittorio Lenzi, Gli anni di guerra fra Reno e Panaro, (1943-1945), Modena, Il fiorino, 2003, p. 29