Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1926

Guglielmo Marconi celebrato all'Archiginnasio

Guglielmo Marconi è ricevuto solennemente dal Rettore dell'Università e dal corpo accademico in Archiginnasio. Il suo ingresso in Aula Magna, dopo il corteo in stile rinascimentale dei professori in toga d'ermellino, è salutato da applausi entusiastici.

Lo scienziato parla all'uditorio con grande commozione, senza guardare gli appunti. Descrive la propria attività di ricerca come suddivisa in cicli di circa dieci anni.

Il primo, dal 1896 al 1906, tocca i suoi vertici nel 1896, all'epoca del primo brevetto di radiotelegrafia, e nel 1901, con la trasmissione del primo segnale transatlantico.

Il periodo dal 1906 al 1916 è caratterizzato dai perfezionamenti della valvola di Fleming e raggiunge il massimo nel 1912, quando, in occasione dell'affondamento del Titanic, il mondo si rende conto dell'importanza della radio per la salvezza di vite in mare.

Tra il 1916 e il 1926, infine, si è aperta la strada dello studio e dell'utilizzo delle onde corte. "L'anno 1926 - conclude Marconi - segna una data importante nella storia della radio, e sono felice di confermarlo nella mia città natale".

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Ritratto di Guglielmo Marconi - A. Dazzi - 1951 - Museo Pelagalli Mille Voci... La sala dedicata a G. Marconi nel museo Mille Voci Mille Suoni (BO) I primi apparecchi telegrafici esposti al museo Mille Voci Mille Suoni (BO) Valvole Marconi esposte al museo Pelagalli Mille Voci Mille Suoni (BO) Ritratto di G. Marconi all

Approfondimenti:

  • Degna Marconi Paresce, Marconi, Cuneo, Famiglia Cristiana, 2002, pp. 270-271