Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1925

Convenzione per i telefoni

Entra in vigore la convenzione per la concessione dei telefoni ai privati. Lo Stato conserva il controllo sulle comunicazioni a grande distanza, mentre il territorio nazionale è ripartito in cinque zone in cui operano società diverse.

L'Emilia-Romagna è affidata alla TIMO (Telefoni Italia Medio Orientale), assieme a Marche, Abruzzo e Molise.

Nel 1926 l'intero pacchetto azionario TIMO sarà ceduto alla SIP, che, pur consentendo una certa autonomia della società, tenterà di imporre il proprio modello organizzativo.

Tra il 1925 e il 1928 l'intera rete di Bologna sarà ristrutturata, con l'installazione di una nuova centrale automatica, inaugurata il 12 giugno 1928 da re Vittorio Emanuele III.

L'anno successivo, invece, sarà completata la posa del cavo di collegamento telefonico tra le città di Bologna e Ancona.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

La storia d'Italia, Roma, La Biblioteca di Repubblica, 2005, vol. 25, Cronologia, p. 334