Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1924

Serata futurista al Teatro Verdi

Nel febbraio 1924 si tiene al Teatro Verdi una serata futurista organizzata da Tato. Viene rappresentato un balletto di macchine di Depero, con costumi “in forma di tubi di locomotive” di Pannaggi e musiche di Casavola dirette da Silvio Mix.

Le recite sono accompagnate da un' "abbondanza di cazzotteria". Il "cazzottio epidemico" della serata è raccontato da Marinetti "con un'euforia da invasato":

Pioggia grandine raffica di proiettili vegetali sugli spettatori soffianti a gote gonfie in trombette e pestanti le più sonore sirene d'automobili fra urlii e fracassamenti di poltrone, schiaffi in cerca di echi e carote uova marcie patate e finocchi e carbone con spaccamenti di lampadine elettriche.

La serata si conclude con numerosi feriti e contusi. Anche le esponenti del gentil sesso non sono risparmiate.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

Alessandro Cervellati, Bologna futurista, illustrazioni dell'autore, Bologna, A cura dell'A., 1973, pp. 92-93