Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1922

Il nazionalista Gino Mori ucciso in un'imboscata

Il medico condotto di San Lazzaro Gino Mori, fervente nazionalista, viene ucciso in un'imboscata il 24 novembre “per odio politico”, mentre si reca a visitare un malato.

Dell'assassinio saranno accusati “elementi comunisti e sovversivi”. Tra essi l'anarchico Arturo Collina, poi prosciolto in istruttoria.

Mori sarà sepolto alla Certosa di Bologna nel sacrario dei caduti della rivoluzione fascista. A San Lazzaro gli sarà dedicata la piazzetta sul retro del palazzo comunale.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Tomba di Gino Mori nel sacrario dei caduti fascisti - Cimitero della Certosa...

Approfondimenti:

Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945), a cura di A. Albertazzi, L. Arbizzani, N. S. Onofri, Bologna, Istituto per la storia di Bologna, ecc., vol. 2: Dizionario biografico. A-C, voce: Collina Arturo