Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1920

Elezioni amministrative. Il ferroviere Gnudi sindaco

Alle elezioni amministrative i socialisti perdono 1.800 voti in città rispetto alle elezioni precedenti, ma confermano 48 consiglieri.

I conservatori si presentano uniti nel comitato Pace, libertà, lavoro, raccolto dal clinico Giuseppe Ruggi. Vi aderiscono liberali moderati, quali Giuseppe Tanari e Frank de Morsier, radicali come Aldo Oviglio, ex combattenti come Angelo Manaresi, nazionalisti e personalità accademiche (oltre a Ruggi anche Umberto Puppini e Cesare Colliva).

Il "blocco della paura", protetto durante i comizi dalle squadre del Fascio di combattimento, ottiene lo stesso numero di voti ottenuti nel 1919 dal binomio liberali-combattenti ed elegge solo dodici consiglieri.

Travolgente è il successo socialista nella provincia: i "rossi" conquistano 55 comuni su 61 e 48 seggi contro 3 nel Consiglio provinciale. In 33 comuni sono sia maggioranza che minoranza.

Il nuovo consiglio municipale elegge alla carica di sindaco il ferroviere Enio Gnudi (1893-1949), socialista della corrente comunista, in sostituzione di Francesco Zanardi, divenuto deputato.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel Bolognese, 1919-1945, Bologna, Comune – ISREBO, vol. I, Nazario Sauro Onofri, Bologna dall'antifascismo alla Resistenza, 2005, pp. 196-197 (Voce: Pace libertà lavoro), 212, 351
  • Luigi Arbizzani, Antifascismo e lotta di Liberazione nel Bolognese. Comune per comune, Bologna, ANPI, 1998, p. 8
  • Giuseppe Brini, Artigiani a Bologna. Cenni di storia e attualità, Bologna, Tamari, 1978, p. 144
  • Tiziano Costa, Bologna '900. Vita di un secolo, 2. ed., Bologna, Costa, 2008, p. 81
  • Guido Crainz, Padania. Il mondo dei braccianti dall'Ottocento alla fuga dalle campagne, Roma, Donzelli, 1994, p. 183
  • Pier Paolo D'attorre, Il fascismo di Arpinati e Grandi, in: Storia illustrata di Bologna, a cura di Walter Tega, Milano, Nuova editoriale AIEP, 1990, vol. 4.: Bologna dall'Unità alla Liberazione, pp. 182-183
  • Mario Facci, Alessandro Borri, Porretta dall'Unità alla Repubblica, 1859-1948. Cronache porrettane, aspetti politico-sociali, i sindaci e i podestà, Porretta Terme, Gruppo di studi alta valle del Reno - Comune, 1998, p. 22
  • Torri e castelli. Bologna e la sua provincia. Storia, dizionario biografico, opere d'arte, notizie d'oggi, 2. ed. ampliata a cura di Luigi Arbizzani e Pietro Mondini, Bologna, Editrice Galileo, 1966, p. 43, 124 (E. Gnudi)