Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1918

Asilo per gli orfani di guerra a Villa delle Rose

E’ aperto a Villa delle Rose, nei pressi del Meloncello, con il sostegno economico della Croce Rossa americana, un asilo per gli orfani di guerra e l’infanzia bisognosa. A Bologna i bambini privati dalla guerra dei genitori sono più di 7.000.

L’edificio e il parco della villa sono stati donati nel 1916 al Comune dalla contessa Nerina Armandi Avogli (1872-1916), viaggiatrice e filantropa, amica di Corrado Ricci.

Lo scopo del lascito era l'edificazione di una galleria d'arte moderna, che sarà realizzata nel 1925.

Un altro asilo per l'assistenza agli orfani di guerra sorge fuori Porta Lame, grazie alla Società protettrice dei fanciulli abbandonati o maltrattati, divenuta in seguito Pia Opera Bolognese per l'Infanzia Abbandonata.

L'edificio sarà danneggiato durante la seconda guerra mondiale e quindi demolito in gran parte, mentre l'Opera sarà trasferita alla Pescarola.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Villa delle Rose - via Saragozza (BO) Villa delle Rose - via Saragozza (BO) Villa delle Rose - via Saragozza (BO)

Approfondimenti:

  • Luca Baccolini, I luoghi e i racconti più strani di Bologna. Alla scoperta della "dotta" lungo un viaggio nei suoi luoghi simbolo, Roma, Newton Compton, 2019, pp. 189-191
  • Le collezioni d'arte della Cassa di risparmio in Bologna, Bologna, Cassa di risparmio in Bologna, 1972, vol. 7., Le fotografie, tomo 2, Arnaldo Romagnoli. Il volto di Bologna, a cura di Franco Cristofori e Giancarlo Roversi, rep. n. 231 (foto)
  • Tiziano Costa, Grande libro dei personaggi di Bologna. 420 storie, Bologna, Costa, 2019, p. 26
  • Pier Paolo D'Attorre, Francesco Zanardi, in: Bologna, a cura di Renato Zangheri, Roma, Laterza, 1986, p. 125