Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1914

La vittoria del "gregge proletario"

Nelle elezioni amministrative del 28 giugno, lo stesso giorno dell'attentato a Sarajevo, che scatenerà la prima guerra mondiale, la vittoria è dei socialisti, che precedono di mille voti i clerico-moderati (12.689 voti contro 11.370).

Francesco Zanardi è eletto sindaco, col maggiore consenso mai riportato da un amministratore bolognese. Il Psi ottiene, grazie al sistema elettorale di tipo maggioritario, 48 seggi su 60.

E' la vittoria di quelli che "Il Resto del Carlino" definisce "i nuovi barbari". "L'Avvenire d'Italia" registra con preoccupazione lo storico evento: "Bologna dotta, liberale e turrita sotto l'egemonia della Camera del lavoro e dell'analfabetismo". Il quotidiano cattolico ironizza sulla bassa estrazione degli eletti: "La teppa comanda. Prova dell'alfabeto a 14 consiglieri".

Il 30 giugno i festeggiamenti per la vittoria socialista sono descritti con toni scandalistici: uno spettacolo "indecoroso", nauseante "per le persone beneducate", "una gazzarra che farebbe disonore al più remoto paese del continente selvaggio". A queste elezioni per la prima volta i socialisti conquistano la maggioranza anche nell’Amministrazione provinciale.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Zanardi sindaco del pane - caricatura di Nasica Comune di Bologna. Elezioni amministrative del 28 giugno 1914. Proclamazione... Preferenze di voto per Francesco Zanardi - Archivio comunale BO Preferenze di voto per Francesco Zanardi e altri membri della futura giunta...

Approfondimenti:

  • 1914-1919: Francesco Zanardi sindaco di Bologna, Bologna, a cura della Direzione dei servizi di informazione e relazioni pubbliche del Comune, 1974
  • Pietro Alberghi, Il fascismo in Emilia Romagna. Dalle origini alla marcia su Roma, Modena, Mucchi, 1989, p. 48
  • Luigi Arbizzani, Antifascismo e lotta di Liberazione nel Bolognese. Comune per comune, Bologna, ANPI, 1998, p. 7
  • Luigi Arbizzani, Sguardi sull'ultimo secolo. Bologna e la sua provincia, 1859-1961, Bologna, Galileo, 1961, p. 133 (foto e caricatura di Zanardi)
  • Enrico Bassi, Nazario Sauro Onofri, Francesco Zanardi il sindaco del pane, Bologna, La Squilla, 1976, pp. 99-101
  • Margherita Bianchini, 101 storie su Bologna che non ti hanno mai raccontato, Roma, Newton Compton, 2010, pp. 227-230
  • Bologna, 1920. Le origini del fascismo, a cura di Luciano Casali, Bologna, Cappelli, 1982, p. 68
  • Tiziano Costa, Bologna durante la Grande Guerra. Storie di cent’anni fa, Bologna, Costa, 2015, p. 24

  • Cultura e sport a Bologna negli anni della Grande Guerra 1915-1918, a cura di Paola Furlan, Bologna, Persiani, 2017, p. 18
  • Mirella D'Ascenzo, Tra centro e periferia. La scuola elementare a Bologna dalla Daneo-Credaro all'avocazione statale, 1911-1933, Bologna, CLUEB, 2006, pp. 159-160
  • Dal Santerno al Panaro. Bologna e i comuni della provincia nella storia nell'arte e nella tradizione, a cura e coordinamento di Cesare Bianchi, Bologna, Proposta edizioni, stampa 1987, vol. 1., pp. 76, 84-85
  • Fabio Degli Esposti, La grande retrovia in territorio nemico. Bologna e la sua provincia nella Grande Guerra (1914-1918), Milano, Edizioni Unicopli, 2017, pp. 46-48
  • Maurizio Degli Innocenti e Paola Furlan, Francesco Zanardi, in: Storia illustrata di Bologna, a cura di Walter Tega, Milano, Nuova Editoriale Aiep, vol. 4.: Bologna dall'unita alla liberazione, 1990, pp. 161-180
  • Francesco Zanardi. Un socialista a Palazzo d'Accursio, introduzione di Aldo Borgonzoni e Romeo Forni, Bologna, Edizioni Senza nome - AICS, stampa 1992, p. 21
  • Francesco Zanardi: storia di un socialista dall'Ottocento alla Repubblica. Atti del Convegno di studi, Mantova, 5 ottobre 1991, a cura di Giancorrado Barozzi, Mantova, Istituto mantovano di storia contemporanea, 1993
  • Gente comune impigliata nella storia. I bolognesi nella grande guerra, Bologna, a cura dell'Istituto Comprensivo 1, 2013, p. 37
  • Ignazio Masulli, Società e politica a Bologna dal 1914 al dopoguerra. In tema di origini del fascismo, in: La Resistenza in Emilia-Romagna. Numero unico per il 25. anniversario della lotta di liberazione nazionale, Bologna, a cura della Deputazione Emilia-Romagna per la storia della Resistenza e della Guerra di liberazione, 1970, pp. 82-84
  • Gaetano Miti, Bologna il comune bottegaio: dai negozi di Zanardi all'Ente dei Consumi, Bologna, Patron, 2015, pp. 26-27
  • Nazario Sauro Onofri, 28 giugno 1914: i socialisti a palazzo d'Accursio, Bologna, Steb, 1964
  • Nazario Sauro Onofri, 1892: il PSI a Bologna. Origine e nascita del movimento socialista, Bologna, Grafis, 1992
  • Nazario Sauro Onofri, La grande guerra nella citta rossa. Socialismo e reazione a Bologna dal 1914 al 1918, Milano, Edizioni del Gallo, 1966
  • Nazario Sauro Onofri, Francesco Zanardi sindaco di Bologna, in: Francesco Zanardi. Storia di un socialista dall'Ottocento alla Repubblica, atti del Convegno di studi, Mantova, 5 ottobre 1991, p. 140 sgg.
  • Annalisa Padovani, Stefano Salvatori, Cronaca del nazionalismo e del fascismo a Bologna dal 1918 al 1923. Nomi, fatti, luoghi, Bologna, Tinarelli, 2011, pp. 33-34
  • Pane e alfabeto. Francesco Zanardi sindaco socialista di Bologna (1914-1919), a cura di Marco Poli, Bologna, Costa, 2014, pp. 42-43, 53-54
  • Marco Poli, Cose d'altri tempi. Frammenti di storia bolognese, Bologna, Minerva, 2008, pp. 92-93
  • Su, compagni, in fitta schiera. Il socialismo in Emilia-Romagna dal 1864 al 1915, a cura di Luigi Arbizzani, Pietro Bonfiglioli, Renzo Renzi, Bologna, Cappelli, 1966, pp. 388-390 (cit. da N.S. Onofri, La grande guerra, p. 13 sgg.)