Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1914

Conferenza interventista di Libero Tancredi e Maria Rygier

L'anarchico interventista Massimo Rocca (pseud. Libero Tancredi) e la rivoluzionaria Maria Rygier parlano nella sede della Società Operaia. La conferenza dal titolo La morale di una guerra suscita l'opposizione dei socialisti bolognesi, che contestano con urla e lanci di seggiole.

Tancredi ha poco prima indirizzato, dalle colonne del "Resto del Carlino", una lettera aperta al direttore de "L'Avanti!" Benito Mussolini, definito l' "unica persona capace di avere un'opinione" tra i "piccoli uomini" della dirigenza socialista, invitandolo ad imporsi o dimettersi.

Ufficialmente neutralista, Mussolini è da tempo "interventista a quattr'occhi". La propaganda a favore della "guerra di liberazione", di Maria Rygier (1885-1953), un tempo su posizioni rivoluzionarie e antimilitariste, suscita un'aspra polemica con il movimento anarchico.

Fino al 1923 l'ex redattrice del giornale "Lotta di classe" si manterrà vicina ai nazionalisti. Nel 1926 emigrerà in Francia, da dove lancerà duri attacchi a Mussolini e al regime fascista.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Ugo Bellocchi, Il Resto del Carlino, giornale di Bologna, Bologna, Il Resto del Carlino, 1973, p. 115
  • Vittorio Emiliani, Libertari di Romagna. Vite di Costa, Cipriani, Borghi, Ravenna, Longo, 1995, pp. 86-87
  • Elena Musiani, Donne della massoneria a Bologna, in: Bologna massonica. Fra passione e ragione, a cura di Giovanni Greco, 3. ed., Bologna, CLUEB, 2016, pp. 84-87 (M. Rygier)
  • Storia di Italo. Bologna 1914 - Monte Grappa 1918, a cura di Valeria Roncuzzi, Argelato, Minerva, 2015, pp. 97-98 (M. Rygier)