Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1914

Conferenza di Marinetti e serata futurista

Filippo Tommaso Marinetti tiene una conferenza all'Università. Nella severa aula di antropologia il leader del futurismo parla dei danni della cultura umanistica e della necessità di formare tecnici invece che sapienti. Quindi attacca "la dittatura dei Croce e degli Olivo" e si scaglia contro la scuola "dove non si insegna altra scienza che la scienza di scavalcare gli esami".

Lo studente fiorentino Aldo Fortuna, amico e sodale del poeta triestino Umberto Saba - residente in questi anni a Bologna - lancia una palla di neve nel tubino di Marinetti che arringa gli studenti, "ritto sul pozzo del cortile" di Palazzo Poggi: il tiro fa centro e subito si scatena un putiferio.

La sera al teatro del Corso lo stato maggiore futurista, di cui fanno parte Carrà, Boccioni, Balilla Pratella e Russolo, tenta di mettere in scena una sintesi dal titolo Elettricità. La rappresentazione viene interrotta dalle intemperanze del pubblico, compreso il proverbiale lancio di ortaggi, una continua e densa pioggia "floreo-vegeto-minerale".

L'epilogo della giornata si ha al Caffè San Pietro in via Indipendenza, dove Marinetti è aggredito da un "passatista": ne segue un parapiglia generale, con grande strage "nel campo dei bicchieri, delle tazze, dei piatti e delle sedie" e molti clienti che se ne vanno senza pagare.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

F.T. Marinetti ritratto su una litolatta futurista - Mostra Angelo Fortunato...

Approfondimenti:

  • Serena Bersani, Forse non tutti sanno che a Bologna... Curiosità, storie inedite, misteri, aneddoti storici e luoghi sconusciuti della città delle due torri, Roma, Newton Compton, 2016, p. 163
  • Serena Bersani, Le risse nei teatri bolognesi da Marinetti alla Bella Otero, in: "Nelle valli bolognesi", 42 (2019), p. 22
  • Margherita Bianchini, 101 storie su Bologna che non ti hanno mai raccontato, Roma, Newton Compton, 2010, p. 226
  • Maria Letizia Bramante Tinarelli, L'ambiente letterario del primo cinquantennio, in: Bologna Novecento. Un secolo di vita della città, a cura di Maria Letizia Bramante Tinarelli, Castelmaggiore, FOR, 1998, pp. 57-58
  • Bologna Caput Mundi. I grandi e la città da Dante ai giorni nostri, Bologna, L'inchiostroblu, stampa 2011, pp. 212-213
  • Quanto hai lavorato per me, caro Fortuna! Lettere e amicizia fra Umberto Saba e Aldo Fortuna (1912-1944), a cura di Riccardo Cepach, Trieste, MGS press, Comune, Assessorato alla cultura, Servizio bibliotecario urbano, 2007, p. 64
  • Alessandro Cervellati, Bologna al microscopio, Bologna, Edizioni aldine, 1950, vol. 2., pp. 232-236
  • Alessandro Cervellati, Bologna divertita, Bologna, Tamari, 1964, p. 98, 157
  • Alessandro Cervellati, Bologna futurista, Bologna, a cura dell'autore, 1973, pp. 51-58
  • F.I.L.D.I.S., Cenacoli a Bologna, Bologna, L. Parma, 1988, pp. 136-137
  • Elena Gottarelli, Il futurismo, a Bologna, iniziò nel 1914 con una mostra-blitz nei sotterranei dell'Hotel Baglioni (...), in "Bologna incontri. Mensile dell'Ente provinciale per il turismo di Bologna", 6 (1982), pp. 23-26
  • Anna Maria Nalini Setti, Storia, fatti d'arte, costume a Bologna nella prima metà del secolo, in: Futurismo in Emilia Romagna, a cura di Anna Maria Nalini, Modena, Artioli, 1990, pp. 38-39
  • Rossano Pancaldi, La prima guerra mondiale a Bologna, in: "Il pensiero mazziniano", 2 (2017), p. 116
  • Marilena Pasquali, La pittura del primo Novecento in Emilia e Romagna (1900-1945), in La pittura in Italia. Il Novecento, Milano, Electa, 1992, vol. 1., 1900-1945, tomo 1., p. 344