Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1914

Anarchici e socialisti rivoluzionari divisi di fronte all'intervento

Al Consiglio generale dell'USI (Unione sindacale italiana), che si tiene a Parma dal 13 al 14 settembre, l'esponente sindacalista rivoluzionario Alceste De Ambris (1874-1934) presenta una linea favorevole all'intervento dell'Italia in guerra.

La maggioranza delle camere del lavoro la respingono e approvano invece un ordine del giorno contrario dell'anarchico Armando Borghi. Il Consiglio è trasferito a Bologna e Borghi diviene segretario del sindacato.

Alceste e Amilcare De Ambris e Filippo Corridoni fonderanno l'Unione italiana del Lavoro, mentre gli anarco-sindacalisti resteranno nell'USI.

A Bologna molti sindacalisti saranno favorevoli alla guerra. Tra essi militanti di primo piano, come Ettore Cuzzani e Adelmo Pedrini (1888-1954), vicini alle posizioni di De Ambris.

Ancora alla vigilia dell'ingresso nel conflitto l'USI dichiarerà che mai farà “atto di solidarietà e di adesione alla guerra medesima o ad una qualsiasi Sacra Unione Nazionale”.

Nei mesi seguenti i sindacalisti antimilitaristi bolognesi saranno duramente perseguitati, imprigionati o inviati forzatamente al fronte.

La Vecchia Camera del Lavoro di Porta Lame sarà occupata dai militari e adibita a caserma.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

Pietro Alberghi, Il fascismo in Emilia Romagna. Dalle origini alla marcia su Roma, Modena, Mucchi, 1989, p. 50


Alessandro Aruffo, Breve storia degli anarchici italiani (1870-1970), Roma, Datanews, 2004, p. 117


Fabio Degli Esposti, La grande retrovia in territorio nemico. Bologna e la sua provincia nella Grande Guerra (1914-1918), Milano, Edizioni Unicopli, 2017, p. 635


Dizionario biografico degli anarchici italiani, Pisa, BFS, 2003, vol. 1., p. 230


Vittorio Emiliani, Libertari di Romagna. Vite di Costa, Cipriani, Borghi, Ravenna, Longo, 1995, p. 95


I Grandi di Parma. Repertorio alfabetico di personaggi illustri dal 1800 ad oggi, a cura di Mauro Todeschini, Bologna, Il Resto del Carlino, 1991, pp. 44-46 (A. De Ambris)


Adelmo Pedrini, Ettore Cuzzani, Il movimento sindicale e la sua funzione politica, Bologna, Cooperativa tipografica Azzoguidi, 1920


Antonio Senta, Il sindacalismo anarchico a Bologna (1893-1923), Bologna, Edizioni Atemporali, 2013, pp. 18-19


La storia d'Italia, Roma, La Biblioteca di Repubblica, 2005, vol. 25, Cronologia, p. 271