Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1914

Adolfo Busi espone a San Francisco

Il pittore Adolfo Busi (1891-1977), nato a Faenza, ma da tempo operante a Bologna, partecipa all'Esposizione internazionale di S. Francisco, dove ottiene una medaglia d'argento e l'acquisto dell'opera da parte della Fondazione Carnegie.

Nello stesso anno espone a Bologna all'hotel Baglioni e prende parte alla Secessione romana. Nel 1915 è presente alla mostra dell'Associazione "Francesco Francia" in Palazzo Bentivoglio.

Oltre che come pittore, raggiungerà una buona fama anche come incisore, illustratore di favole e disegnatore di affiches, collaborando con lo Stabilimento Tipolitografìco Chappuis.

Attraverso l'esercizio della grafica passerà dall'iniziale stile liberty al Deco, “secondo una scansione dinamica che utilizza i portati del futurismo” (Contini).

Nel 1928 e nel 1929 un suo manifesto vincerà il Concorso Nazionale promosso per pubblicizzare la Battaglia del Grano.

Dal 1932 continuerà la sua carriera di cartellonista a Milano. Sue opere saranno presenti in diverse mostre d'arte in Italia e all'estero fino agli anni Settanta.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

Marco Caroli, Bologna caput mundi, Bologna, Centro Grafico Cooperativo, 1977, vol. 1., p. 42


Il Liberty a Bologna e nell'Emilia Romagna. Architettura arti applicate e grafica, pittura e scultura. Retrospettiva di Roberto Franzoni, Adolfo De Carolis e Leonardo Bistolfi. Prima indagine sull'art-deco, marzo - maggio 1977, 2. ed., Bologna, Grafis, 1977, pp. 251, 293-294, 358-363 (ill.)