Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1914

L'eccidio di Guarda

A Guarda di Molinella avviene un gravissimo fatto di sangue, a conclusione delle violente lotte agrarie, che si sono protratte per tutta l'estate. Un gruppo di crumiri, provenienti da paesi poveri della provincia di Padova e dal modenese, viene assalito da centinaia di braccianti e mezzadri in sciopero: sul terreno restano 5 morti (un autista, un fuochista e tre braccianti padovani) e diversi feriti, tra i quali il segretario dell'Agraria Alberto Donini.

Gli agrari sono costretti a fuggire "come veri austriaci sparando e fuggendo, fuggendo e sparando". Nelle ore successive 3.000 militari mettono Molinella in stato d'assedio ed effettuano numerosi arresti. Il sindaco Massarenti, accusato come mandante dell'eccidio, riesce a fuggire nella Repubblica di San Marino, assieme ad alcuni sindacalisti.

I 56 lavoratori rinviati a giudizio sono confinati sull'isola di Capraia. Ritorneranno, assieme a Massarenti, a Molinella solo nel 1919, a seguito di un'amnistia. Intanto, dopo una settimana, viene sciolto il Consiglio comunale e il Prefetto di Bologna apre un'indagine sull'operato della giunta socialista.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Pietro Alberghi, Il fascismo in Emilia Romagna. Dalle origini alla marcia su Roma, Modena, Mucchi, 1989, p. 144
  • Alessandro Albertazzi, Luigi Arbizzani, Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel Bolognese, 1919-1945, banca dati su cd-rom, Bologna, 2005
  • Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel Bolognese, 1919-1945, Bologna, Comune – ISREBO, vol. I, Nazario Sauro Onofri, Bologna dall'antifascismo alla Resistenza, 2005, pp. 150-152
  • Franco Cavazza, Le agitazioni agrarie in provincia di Bologna dal 1910 al 1920, ristampa anastatica, Bologna, Istituto per la storia di Bologna, 1994, pp. 108-115
  • Cento anni sono un giorno. 1893-1993. Il centenario della Camera del Lavoro di Bologna nelle immagini dell'archivio storico, s.l., Musea, 1993, p. 31 (foto: dirigenti della lega di Molinella rifugiati a San Marino)
  • Arturo Colombi, I contadini nella lotta di Liberazione nazionale, in: Al di qua della Gengis Khan, a cura di Remigio Barbieri e Sergio Soglia, Bologna, Galileo, 1965, p. 174
  • Dalla guerra al boom. Territorio, economia, società e politica nei comuni della pianura orientale bolognese, San Giovanni in Persiceto, Aspasia, 2005, vol. 2., Mirco Dondi, Tito Menzani, Le campagne. Conflitti, strutture agrarie, associazioni, p. 59 sgg.
  • Mario De Micheli, Settima Gap, Imola, Bacchilega, 2011, pp. 20-21
  • Fabio Degli Esposti, La grande retrovia in territorio nemico. Bologna e la sua provincia nella Grande Guerra (1914-1918), Milano, Edizioni Unicopli, 2017, pp. 103-108
  • Giorgio Festi, Storia di un birocciaio di Molinella, 1897-1926, Bologna, Pendragon, 2001, pp. 110-116
  • Andrea Martelli, I fatti di Guarda nelle cronache dei giornali dell'epoca, Molinella, La compagnia del caffè - Il parco dei pioppi, stampa 2004
  • Ignazio Masulli, Crisi e trasformazione: strutture economiche, rapporti sociali e lotte politiche nel Bolognese, 1880-1914, Bologna, Istituto per la storia di Bologna, 1980, p. 300
  • Ignazio Masulli, Società e politica a Bologna dal 1914 al dopoguerra. In tema di origini del fascismo, in La Resistenza in Emilia-Romagna. Numero unico per il 25. anniversario della lotta di liberazione nazionale, Bologna, a cura della Deputazione Emilia-Romagna per la storia della Resistenza e della Guerra di liberazione, 1970, pp. 85-86
  • Molinella e Massarenti. Immagine e storia. Cronaca e storia, la sua gente, i suoi scritti, a cura di Natale Guido Frabboni, Molinella, Tipografia Roda, stampa 1977, p. 16
  • Molinella e Massarenti nel quadro delle lotte sociali in Italia. Alle radici del socialismo e della democrazia. Una rivoluzione concreta partito-sindacato-cooperative-Comune, a cura di Natale Guido Frabboni, Bologna, AGCI, 1980
  • Nazario Sauro Onofri, La Strage di Palazzo d'Accursio. Origine e nascita del fascismo bolognese, 1919-1920, Milano, Feltrinelli, 1980, p. 108 sgg.
  • Nazario Sauro Onofri, Il triangolo rosso, 1943-1947. La verità sul dopoguerra in Emilia-Romagna attraverso i documenti d'archivio, Roma, Sapere 2000, 1994, p. 84
  • Il sindacato nel Bolognese. Le camere del lavoro di Bologna dal 1893 al 1960, a cura del Centro documentazione-archivio storico della Camera del lavoro territoriale di Bologna, Roma, Ediesse, 1988, p. 153