Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1910

Seconda convenzione per l'edilizia universitaria

I ministri Tedesco e Credaro, il sindaco Giuseppe Tanari e il Rettore Vittorio Puntoni firmano una seconda convenzione, destinata a dare un volto moderno ed elegante al quartiere universitario. Sarà approvata con la legge n. 335 del 9 aprile 1911.

Il costo complessivo è di oltre 6 milioni di lire, sostenuto per oltre l'80 per cento dagli enti cittadini. Nel progetto redatto dall'ing. Filippo Buriani, dell'Ufficio Edilità ed Arte del Comune, sono previsti nuovi istituti di Chimica generale, Zoologia, Anatomia comparata, Patologia generale, Igiene, Veterinaria. E' l'idea del quartiere universitario su modello francese.

Il progetto Puntoni-Boriani è considerato anche una operazione di "risanamento": comporta infatti un ampio sventramento tra via Belmeloro, via S.Giacomo e la circonvallazione nei pressi di porta San Vitale. Il Comune ha già acquistato, nel 1907, un'area fuori porta per ospitare gli sfrattati.

E' prevista inoltre, in sede periferica, una nuova clinica per le malattie nervose, che sarà edificata a Porta Saragozza.

Nell'area del Sant'Orsola saranno ampliati tra il 1911 e il 1914 gli edifici esistenti, con la costruzione della Clinica medica, ostetrica, ginecologica e della camera mortuaria, attorno alla quale più avanti sorgerà il nuovo Istituto di Anatomia patologica.

Allo scoppio della guerra mondiale saranno completate le sedi di Medicina veterinaria e la Clinica neurologica, che verranno requisite dall'autorità militare e adibite a ospedali territoriali di riserva.

Nel 1922 sarà terminato l'Istituto di Chimica generale, costruito dal Genio Civile su disegno di Edoardo Collamarini.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

L Istituto di chimica generale - arch. E. Collamarini - 1922 Edifici di Veterinaria in viale Filopanti (BO) Edifici universitari in via Belmeloro (BO)

Approfondimenti:

  • La casa dell'Università. Lo sviluppo edilizio dell'Ateneo di Bologna dal 1986 al 2000, foto di Raffaello Scatasta, Bologna, CLUEB, 2000, pp. 116-117
  • Comune, Provincia, Università. Le convenzioni a Bologna fra enti locali e Ateneo, 1877-1970, a cura di Luisa Lama, presentazione di R. Finzi, Bologna, Comune - Istituto per la storia di Bologna, 1987
  • Luisa Lama, Le "convenzioni" strumento di crescita per l'Università, in Lo Studio e la città: Bologna 1888-1988, a cura di Walter Tega, Bologna, Nuova Alfa, 1987, pp. 191-192
  • Piero Paci, La "Città degli Studi" a Bologna nelle immagini fotografiche degli anni Trenta, in "Strenna storica bolognese", (59) 2009, pp. 325-347
  • Paolo Pombeni, L’Università di Bologna nell’età contemporanea, in L'Università a Bologna. Maestri, studenti e luoghi dal XVI al XX secolo, a cura di Gian Paolo Brizzi, Lino Marini, Paolo Pombeni, Bologna, Cassa di Risparmio in Bologna - Cinisello Balsamo, A. Pizzi, 1988, p. 44
  • Settecento anni di medicina. La scuola medica di Bologna, a cura di Raffaele A. Bernabeo, Bologna, Farmitalia Carlo Erba, 1988, p. 163
  • Le strade di Bologna. Una guida alfabetica alla storia, ai segreti, all'arte, al folclore (ecc.), a cura di Fabio e Filippo Raffaelli e Athos Vianelli, Roma, Newton periodici, 1988-1989, vol. 3., p. 600
  • Fiorenza Tarozzi, Nuova amministrazione, nuova classe dirigente, in: Storia di Bologna, a cura di Renato Zangheri, Bologna, Bononia University Press, 2013, vol. 4., tomo 2., Bologna in età contemporanea 1915-2000, a cura di Angelo Varni, pp. 160-161
  • Università degli studi di Bologna, Rassegna storica dell'insediamento. Catalogo ragionato delle realizzazioni edilizie universitarie in rapporto all'assetto urbano, Bologna, Università degli studi di Bologna, 1974, pp. 48-50
  • Stefano Zagnoni, Fra prassi progettuale e prassi istituzionale. La costruzione del "quartiere universitario" bolognese, in Le città degli studi nella crescita urbana, atti del 3. Convegno, Bologna, 15-17 dicembre 1988, a cura di Alessandro Albertazzi, Pier Luigi Cervellati, Bologna, Comune - Istituto per la storia di Bologna, 1990, pp. 37-77