Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1909

Progetti di Rubbiani e Pontoni per il nuovo centro di Bologna

Alfonso Rubbiani elabora, assieme a Gualtiero Pontoni, il progetto per una via direttissima tra la piazza e le due torri e un’altra tra le due torri e la stazione ferroviaria.

Esso modifica radicalmente la logica (alla Haussmann) degli sventramenti, seguiti da nuove "colossali costruzioni", insita nel Piano Regolatore del 1889. Questi e quelle, secondo Rubbiani, non hanno più ragione d'esistere: i rettifili e le "odiose moli" non sono più nei pensieri di chi ha imparato ad avere soggezione e rispetto per il passato.

La riforma della viabilità nelle zone centrali va fatta camminando per le vie e osservando le singole case e strade, invece che tracciare linee sulla carta. Occorre unire i vicoli e le stradine in strade più ampie, ma egualmente pittoresche, in cui domina la diagonale e l’assimmetrico e in cui è conservato gran parte dell'antico abitato.

Questi concetti rispecchiano dibattiti e fermenti dell'epoca, ma sembrano anche anticipare le teorie dell'urbanistica estetica e del "diradamento edilizio" (Giovannoni), che si affermeranno alcuni anni più tardi nel dibattito nazionale.

Il 6 giugno 1909 agli artisti riuniti nel Palazzo dei Notai Rubbiani presenta il suo "progetto di via alternativa fra le Due Torri e le piazze centrali", che sarà da tutti approvato, ma ignorato dall'Amministrazione comunale.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Alfonso Rubbiani: i veri e i falsi storici, Bologna, febbraio-marzo 1981, a cura di Franco Solmi e Marco Dezzi Bardeschi, Casalecchio di Reno, Grafis, 1981, p. 67
  • Giuseppe Coccolini, Alfonso Rubbiani, chi era costui?, in: "La Torre della Magione", 1 (2005), p. 4
  • Carlo De Angelis, Tra fantasia e utopia: i progetti interrotti per Bologna, in: Le Bologne possibili, Bologna, Centro stampa Regione Emilia-Romagna, 2016, p. 41, 44
  • Paola Monari, La città che sale. Dalla stazione ai giardini Margherita. Viaggio nella Bologna del Rubbiani (1848-1913), Bologna, Litosab, stampa 1994, pp. 39-40
  • Norma e arbitrio: architetti e ingegneri a Bologna 1850-1950, a cura di Giuliano Gresleri, Pier Giorgio Massaretti, Venezia, Marsilio, 2001, pp. 401-402 (G. Pontoni)
  • Pier Paola Penzo, Gli anni dell'amministrazione socialista, 1914-1920, in: Norma e arbitrio: architetti e ingegneri a Bologna 1850-1950, a cura di Giuliano Gresleri, Pier Giorgio Massaretti, Venezia, Marsilio, 2001, p. 188
  • Anna Taddei, L'allargamento di via Rizzoli. I temi del dibattito, in Norma e arbitrio: architetti e ingegneri a Bologna 1850-1950, a cura di Giuliano Gresleri, Pier Giorgio Massaretti, Venezia, Marsilio, 2001, pp. 148-149