Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1907

Il teatro Olimpia (poi Verdi)

In fondo a via Indipendenza viene inaugurato, tra un grande sfarzo di lampadine e lampade a arco, il teatro Olimpia (o Olympia). Prende il posto dell'Anfiteatro del Pincio, una volta tempio del vaudeville, del varietà e del circo, costruito in legno nel cortile di palazzo Giordani.

Ospiterà operette, commedie dialettali, riviste studentesche. Nel 1923 vi debutterà Umberto Tirelli col suo Teatro nazionale delle teste di legno.

Ristrutturato nel 1928, a cura dell'arch. Giulio Ulisse Arata, con la sovrapposizione di due gallerie alla platea, l'Olimpia, rinominato Verdi, diverrà il migliore "teatro moderno" della città, con una capienza di 1.500 posti.

Le decorazioni interne, di squisita fattura, saranno opera del pittore Giovanni Romagnoli. A partire dal 1931 sarà sede della Stabile Filodrammatica, compagnia di dilettanti, ma con un repertorio di notevole qualità. Distrutto dal bombardamento del 25 settembre 1943, sarà poi ricostruito, per riaprire nel 1959 come cinema Capitol.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Teatro Olympia - Sala - 1928 ca. - Fondo Miscellanea Bologna 800 - Archivio... Teatro Olympia - Sala - 1928 ca. - Fondo Miscellanea Bologna 800 - Archivio... Palazzo Giordani - sede del teatro Verdi Il cinema Capitol un tempo teatro Verdi Insegna del cinema Capitol - già teatro Verdi G. Romagnoli - Scultura per il Teatro Verdi - Mostra Fondazione Carisbo (BO)...

Localizzazioni:

Google Maps

Approfondimenti:

  • Adriano Bacchi Lazzari, Giuliano Musi, Bologna all'Opera. Le voci più prestigiose nate sotto le Due Torri dal 1600 al 1980, Bologna, Minerva, 2016, p. 37
  • Carla Benedetti Zaffagnini, I teatri perduti, in Bologna Novecento. Un secolo di vita della città, a cura di Maria Letizia Bramante Tinarelli, Castelmaggiore, FOR, 1998, pp. 73-74
  • Bologna Centrale. Città e ferrovia tra metà Ottocento e oggi, a cura di Riccardo Dirindin e Elena Pirazzoli, Bologna, Clueb, 2008, p. 85
  • Alessandro Cervellati, Bologna al microscopio, Bologna, Edizioni Aldine, 1957, vol. 4., pp. 113-117
  • Alessandro Cervellati, Bologna divertita, Bologna, Tamari, 1964, pp. 147-154
  • Gianfranco Paganelli, Bologna ricorda 1998. Ricerca sulle lapidi esterne situate entro la cerchia delle mura conclusasi nel dicembre 1997, Bologna, Centro sociale anziani Santa Viola, stampa 1998, p. 100
  • La Piazzola, 1390-1990: il mercato, la città, a cura di Simonetta Raimondi, testi di Franco Amigoni ... et al., Bologna, Grafis, 1990, p. 64
  • Marco Poli, Cose d'altri tempi. Frammenti di storia bolognese, Bologna, Minerva, 2008, p. 129
  • Renzo Renzi, Bologna, una città, fotografie di Aldo Ferrari ... et al., Bologna, Cappelli, 1992
  • David Sicari, I luoghi dello spettacolo a Bologna. Una città di teatri, Bologna, Compositori, 2003, p. 63
  • Via Indipendenza. Sviluppo urbano e trasformazioni edilizie dall'Unità d'Italia alla Seconda guerra mondiale, a cura di Maria Beatrice Bettazzi, Elda Brini, Paola Furlan, Matteo Sintini, Bologna, Paolo Emilio Persiani, 2017, pp. 95-102