Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1902

Una commissione per la scelta della Linea Direttissima

E' istituita una commissione governativa, presieduta dall'ing. Giuseppe Colombo, per la scelta del migliore progetto di linea ferroviaria diretta tra nord e sud Italia attraverso gli Appennini.

A partire dal memoriale dell'ing. Antonio Zannoni Bologna nei suoi rapporti coll'Alta Italia e Roma, pubblicato nel 1882, che aveva acceso le polemiche sulla mancanza di un collegamento più veloce e meno ripido della Porrettana, sono stati presentati ben sei progetti: i tracciati Zannoni, Protche, Sugliano, De Gaetani, Naldoni e Mercanti.

La commissione Colombo sceglierà il tracciato di Luigi Sugliano, ingegnere della Direzione Costruzioni Ferroviarie, che elimina i difetti più vistosi dei progetti Zannoni (pendenza eccessiva) e Protche (attraversamento di terreni franosi).

La proposta sarà convertita nella legge 12 luglio 1908 n. 444 per la costruzione della Linea Direttissima Bologna-Firenze, con una spesa prevista di 150 milioni. Il progetto esecutivo sarà sottoposto al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e approvato nel 1911.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Romano Colombazzi, La Direttissima. Strada ferrata Bologna-Firenze. Tra memoria e futuro, s.l., s.e., 2014, pp. 2-4
  • Tiziano Costa, Bolognesi in gita fuori porta, Bologna, Costa, 2013, p. 20
  • Luigi Sugliano, Considerazioni sulla importanza militare e commerciale della ferrovia direttissima Bologna-Firenze e proposta di varianti ai tracciati Protche e Zannoni, Firenze, Tip. cooperativa, 1885