Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1902

Il repubblicano Enrico Golinelli diventa sindaco

L'Unione dei Partiti popolari (repubblicani, radicali e socialisti) conquista la maggioranza a Bologna. 48 esponenti di parte popolare siedono in consiglio comunale. Al posto di Alberto Dallolio è nominato sindaco il repubblicano Enrico Golinelli (1848-1911), penalista e Venerabile della Loggia VIII Agosto, allievo di Aurelio Saffi.

Assessore alla cultura è Eugenio Jacchia, altro esponente di spicco della massoneria bolognese. Viene eletto anche il socialista Francesco Zanardi, che fino al 1904 ricoprirà contemporaneamente la carica di sindaco a Poggio Rusco (MN), mentre nella Giunta popolare bolognese sarà, per un breve periodo, assessore all'Igiene.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Agostino Bignardi, Dizionario biografico dei liberali bolognesi, 1860-1914, Bologna, Bandiera, 1956, pp. 18-20
  • Il Consiglio provinciale. La storia attraverso le strade, Bologna, a cura della Presidenza Consiglio della Provincia, 2011, p. 79
  • Franco Cristofori, Bologna come rideva. I giornali umoristici dal 1859 al 1924, Bologna, Cappelli, 1973, p. 295 (data cit.: 14 dicembre 1902)
  • Pier Paolo D'Attorre, La politica, in Renato Zangheri, Bologna, Roma (ecc.), Laterza, 1986
  • Davide Lajolo, Su fratelli, su compagni. Cartoline delle lotte operaie 1896-1924. Archivio Franco Monteverde, Cuneo, L'arciere, 1983, p. 83
  • Carlo Manelli, La Massoneria a Bologna dal XII al XX secolo, Bologna, Analisi, 1986, p. 125
  • 1914-1919: Francesco Zanardi sindaco di Bologna, Bologna, a cura della Direzione dei servizi di informazione e relazioni pubbliche del Comune, 1974, p. 15
  • Gaetano Miti, Bologna il comune bottegaio: dai negozi di Zanardi all'Ente dei Consumi, Bologna, Patron, 2015, pp. 24-25
  • Fiorenza Tarozzi, Francesco Zanardi nelle istituzioni pubbliche e associative bolognesi in età giolittiana, in Francesco Zanardi. Storia di un socialista dall'Ottocento alla Repubblica, atti del Convegno di studi, Mantova, 5 ottobre 1991, p. 127 sgg.
  • Marco Veglia, Dal mito alla storia. L'Università di Bologna dal 1860 al 1911, in E finalmente potremo dirci italiani. Bologna e le estinte Legazioni tra cultura e politica nazionale 1859-1911, a cura di Claudia Collina, Fiorenza Tarozzi, Bologna, Editrice Compositori - Istituto per i Beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, 2011, p. 178
  • Marco Veglia, La vita vera. Carducci a Bologna, Bologna, Bononia University press, 2007, p. 278