Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1893

Grave rotta del fiume Reno

Un violento nubifragio notturno provoca una disastrosa piena del fiume Reno, la maggiore che la storia ricordi (4,70 m sullo zero igrometrico). La chiusa di Casalecchio resiste, ma viene aggirata dall'acqua sulla sinistra: l'onda travolge il muro contenitore e scava un nuovo alveo, mettendo in secca il canale di Reno.

La via Emilia è interrotta a Santa Viola per un mese per la rovina del ponte. Nella Bassa bolognese diversi centri sono sommersi: Funo, Stiatico, San Pietro in Casale, Galliera. La ricostruzione delle opere danneggiate è affidata al Genio civile e al Consorzio della Chiusa. Il progetto definitivo per la sistemazione della sponda sinistra del Reno è a cura dell'ing. Filippo Buriani. Prevede uno "scaricatore di piena" e uno "spartiacque" (che sarà conosciuto nel '900 come l' "Isola Verde", dal nome di un locale da ballo lì costruito).

In 34 giorni di lavoro una squadra di 660 operai riporta il fiume nel suo alveo. Per contenere la rotta del Reno vengono usati per la prima volta "gabbioni" metallici riempiti di sassi, prodotti dalla ditta Maccaferri di Zola Predosa. Il "fiume proletario" (Barbacci), che per gran parte dell'anno si presenta come un'arida sassaia, è soggetto periodicamente a piene travolgenti, che ne mutano il corso nella Bassa pianura.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

La chiusa del Reno a Casalecchio nel 2009 Divieto di accesso alla chiusa Imbocco del canale di Reno nei pressi della chiusa di Casalecchio Paratoia del canale di Reno La casa del custode nei pressi della chiusa di Casalecchio di Reno Il fiume Reno nei pressi della chiusa di Casalecchio Chiusa e canale di Reno a Casalecchio (BO) Canale di Reno a Casalecchio (BO) Canale di Reno alla Canonica Stand della Maccaferri con uno dei caratteristici gabbioni

Approfondimenti:

  • L'acqua tra passato e futuro. Itinerari storici e naturalistici della provincia di Bologna, a cura di Legambiente Imola Medicina, ecc., Rastignano, Officine grafiche Litosei, 2012
  • Le acque a Bologna, antologia a cura di Marco Poli, Bologna, Compositori, 2005, pp. 88-89
  • Alfredo Barbacci, Il volto sfregiato. Monumenti, centri antichi, bellezze naturali, paesaggi, Bologna, Tamari, stampa 1971, p. 28
  • Cent'anni fa Bologna. Angoli e ricordi della città nella raccolta fotografica Belluzzi, a cura di Otello Sangiorgi e Fiorenza Tarozzi, Bologna, Costa, 2000, pp. 144-148
  • Cento anni sono un giorno. 1893-1993. Il centenario della Camera del Lavoro di Bologna nelle immagini dell'archivio storico, s.l., Musea, 1993, p. 17
  • Giuseppe Coccolini, Sviluppo edilizio-urbanistico in Bologna da Napoleone alla Prima Guerra mondiale. Cronologia degli avvenimenti più importanti, in "Strenna storica bolognese", XLV (1995), pp. 161-189
  • Tiziano Costa, Canali & Aposa. Foto-percorso nella Bologna scomparsa, Bologna, Costa, 2001, pp. 12-13 (foto)
  • Tiziano Costa, Canali perduti. Quando Bologna viveva sull'acqua, 5. ed., Bologna, Costa, 2009, p. 47
  • Tiziano Costa, Il grande libro dei canali di Bologna, Bologna, Costa, 2005, p. 15
  • Tiziano Costa, Il grande libro dei canali di Bologna, nuova ed., Bologna, Costa, 2008, pp. 24-26 (foto)
  • Franco Manaresi, Le chiuse di Casalecchio e di San Ruffillo, in Le acque a Bologna, antologia a cura di Marco Poli, Bologna, Compositori, 2005, pp. 88-89
  • Angelo Zanotti, Francisco Giordano, Massimo Brunelli, Bologna labirinti d'acque. Guida, itinerari e percorsi, Bologna, Persiani, 2015, pp. 17-18

Internet: