Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1892

Scioperi nelle risaie

Nella Bassa bolognese le mondine entrano in sciopero, dopo che gli agrari hanno ridotto le loro paghe. Continuano l’agitazione anche dopo aver recuperato la vecchia tariffa, fino a conquistare un modesto aumento salariale.

Dopo la ripresa dei lavori le donne che hanno guidato la rivolta vengono tutte arrestate. Gli operai più noti vengono malmenati e incarcerati, i capilega costretti alla latitanza nelle valli.

Gli agrari provocano la decadenza del consiglio comunale di Molinella, in parte socialista, e impongono il commissario regio. Vengono sciolte la Società democratica e la Lega di Resistenza, chiuse le sedi operaie, vietata ogni riunione o attività politica.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Francesca Barbanti Brodano, Un uomo, un tempo. Bologna 1870-1900, inizi del socialismo. Vita, cultura, politica, Bologna, Ponte nuovo, 1967, pp. 301-302
  • Guido Crainz, Padania. Il mondo dei braccianti dall'Ottocento alla fuga dalle campagne, Roma, Donzelli, 1994, p. 72
  • Nazario Sauro Onofri, 1892: il PSI a Bologna. Origine e nascita del movimento socialista, Bologna, Grafia, 1992, pp. 103-104