Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1892

La Lega di Resistenza e la Casa del Popolo di Molinella

Giuseppe Massarenti (1867-1950), agitatore dei braccianti della bassa bolognese, al ritorno dal congresso di fondazione del PSLI a Genova, costituisce la Sezione socialista e la Lega di Resistenza di Molinella, una delle prime in Italia.

La Lega chiede al Comune l'uso di una casa in via Malborghetto n. 43, che sarà denominata Casa del Popolo. Nel novembre 1894 vi sarà approntato uno “scaldatoio”, ossia un locale riscaldato dove il popolo può trovarsi nei mesi freddi in alternativa alle stalle e alle osterie.

Poco dopo vi sorgerà la succursale molinellese della Camera del Lavoro di Bologna e, nel 1996, la prima cooperativa di consumo. Sull'esempio di Molinella, la Casa del Popolo avrà nei comuni emiliani soprattutto la funzione di dare sede stabile alle associazioni autonome dei lavoratori.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Francesca Barbanti Brodano, Un uomo, un tempo. Bologna 1870-1900, inizi del socialismo. Vita, cultura, politica, Bologna, Ponte nuovo, 1967, p. 301
  • Arturo Colombi, I contadini nella lotta di Liberazione nazionale, in: Al di qua della Gengis Khan, a cura di Remigio Barbieri e Sergio Soglia, Bologna, Galileo, 1965, p.172
  • Dalla guerra al boom. Territorio, economia, società e politica nei comuni della pianura orientale bolognese, vol. I, Mauro Maggiorani, Marzia Marchi, Il territorio e la pianificazione. Continuità e mutamenti, San Giovanni in Persiceto, Aspasia, 2004, pp. 78-79
  • Giorgio Festi, Storia di un birocciaio di Molinella, 1897-1926, Bologna, Pendragon, 2001, pp. 13-16

  • Luigi Martini, Cgil. Le sedi. Le rosse architetture, Roma, Ediesse, 2010, p. 115
  • La società attraente. Cooperazione e cultura nell'Emilia Romagna, Bologna, dicembre 1976-gennaio 1977, a cura di Franco Solmi, Bologna, Grafis, 1976, p. 274
  • Storie di Case del Popolo. Saggi, documenti e immagini d'Emilia-Romagna, a cura di Luigi Arbizzani, Saveria Bologna, Lidia Testoni, Casalecchio di Reno, Grafis, 1982, p. 54