Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1892

Crollo della rupe del Sasso

Nella notte di San Giovanni, tra il 23 e il 24 giugno, una enorme massa rocciosa si stacca dalla parete della rupe di Sasso, lungo la strada Porrettana. Cinque delle case-grotte, che erano state ricavate nel ventre del monte, e abitate da una quarantina di persone di umile condizione, vengono schiacciate sotto 2500 metri cubi di roccia.

Si contano 14 morti e 10 feriti. Il poeta Olindo Guerrini compone per l'occasione un polemico epigramma:

Fu la scena soltanto
Fu il drammaccio cruento
Che vi commosse al pianto
Se il monte non cascava
Morivano di stento
Ma nessuno ci badava.

Durante la seconda guerra mondiale le grotte della rupe saranno nuovamente occupate: serviranno come rifugio per gli abitanti delle frazioni della Fontana e di Cà de Gasparri in fuga dalle bombe. I tedeschi in ritirata faranno saltare con le mine i muraglioni di sostegno del Sasso, travolgendo anche la lapide a ricordo della tragedia del 1892.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Lapide che ricorda il crollo della rupe del 1892 Il punto in cui la rupe di Sasso crollò il 23 giugno 1892 La strada Porrettana passa attraverso la rupe di Sasso La rupe di Sasso Marconi Case trogloditiche presso la rupe di Sasso Abitazioni trogloditiche presso il Sasso La statale Porrettana nei pressi della rupe di Sasso Formazione geologica presso la rupe di Sasso

Approfondimenti:

  • Atlante bolognese. Dizionario alfabetico dei 60 comuni della provincia, Bologna, Poligrafici Editoriali, 1993, p. 214
  • Cent'anni fa Bologna. Angoli e ricordi della città nella raccolta fotografica Belluzzi, a cura di Otello Sangiorgi e Fiorenza Tarozzi, Bologna, Costa, 2000, pp. 138-143
  • Tiziano Costa, Accadeva un secolo fa, in: Canton de' fiori 1892-1992. Recupero di immagine e storia nel centro di Bologna, a cura di Tiziano Costa ed Elena Stagni, Bologna, Costa editore, 1992, pp. 87-88 (foto)
  • Crollo della rupe del 1892, in "Sasso e dintorni", 14-15 (2003), pp. 22-25
  • Francesco Fabbriani, Crollo della Rupe del 1892, in: Da Sasso a ... Marconi. Fra storia e mito, a cura di Fernando Stumpo, 2. ed., Sasso Marconi, Bolelli, 1995, pp. 26-32 (foto)
  • Fotografia & fotografi a Bologna, 1839-1900, a cura di Giuseppina Benassati, Angela Tromellini, Casalecchio di Reno, Grafis, 1992, p. 214 (foto)
  • La frana del sasso. 24 giugno 1892. Resoconto morale e finanziario del Comitato di soccorso, Bologna, Tip. Zamorani e Albertazzi, 1892
  • Marco Poli, Il Conte ladro e altre storie bolognesi, Bologna, Costa, 1998, pp. 295-296
  • Per strade serpeggianti fra monti e dirupi. Le strade transappenniniche fra Sette e Ottocento. Futa, Porrettana, Giardini-Ximenes, Foce a Giovo, Vandelli, atti delle giornate di studio (San Pellegrino in Alpe, 9 luglio 2016, Capugnano, 12 settembre 2015 e 10 settembre 2016), a cura di Renzo Zagnoni, Gian Paolo Borghi, Paola Foschi, Porretta Terme, Gruppo di studi Alta Valle del Reno, Pievepelago, Accademia Lo Scoltenna, 2017, pp. 130-131 (foto)
  • Giovanni Santunione, Segreti e misteri fra Modena e Bologna, Modena, Il fiorino, stampa 2004, p. 26 (data cit.: 29 giugno)
  • Athos Vianelli, Bologna tradizionale, Bologna, Guidicini e Rosa, 1978, pp. 116-119