Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1891

Assemblea dei disoccupati

Durante l'inverno e all'inizio dell'anno vi sono agitazioni di disoccupati, soprattutto di muratori. Il 13 febbraio si svolge una dimostrazione anti-governativa.

Alle proteste segue una pesante repressione poliziesca testimoniata in chiave ironica dalla poesia A proposito delle dimostrazioni dei disoccupati a Bologna, pubblicata dal periodico goliardico “Bologna Ridet”:

Lucenti corse di cavalleria
Sui proletari pallidi di fame
E ritornanti dalla prateria
Lenti e pensosi nelle vesti grame

Gesta superbe della sbirreria
Fra le bestemmie di una gente infame
Gli elogi a voi della vigliaccheria
Di chi mangia al governo e biada e strame!

Al termine di un'assemblea di disoccupati, che si svolge in aprile in città, è approvato un ordine del giorno, che rifiuta con decisione l'offerta di una giornata di lavoro garantita alla settimana.

“Questa carità ipocrita – si legge nel documento - noi la respingiamo perché è ingiusto ed enorme che mentre la borghesia mangia tutti i giorni, il popolo debba mangiare una volta alla settimana”.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Luigi Arbizzani, Sguardi sull'ultimo secolo. Bologna e la sua provincia, 1859-1961, Bologna, Galileo, 1961, p. 76
  • Franco Cristofori, Bologna come rideva. I giornali umoristici dal 1859 al 1924, Bologna, Cappelli, 1973, p. 257
  • La storia d'Italia, Roma, La Biblioteca di Repubblica, 2005, vol. 25, Cronologia, p. 189