Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1886

Il sindaco "Pa-Tacconi"

Il capo delle guardie municipali è accusato di irregolarità amministrative da un impiegato comunale. La giunta lo allontana dal servizio, ma il successivo processo lo manda assolto. Con atteggiamento intransigente, la giunta rifiuterà di reintegrarlo, scatenando le proteste dell'opinione pubblica e minando la credibilità del sindaco liberale Gaetano Tacconi, ribattezzato per l'occasione “Pa-Tacconi”.

Una vignetta contenuta nella guida elettorale del 1889, a cura di Guido Podrecca e Gabriele Galantara, ritrarrà Tacconi come il conte Ugolino, che divora il cranio dell'impiegato accusatore Luigi Mazza: "Tu dei saper ch'io fui 'l conte Tacconi E Mazza questo qui, per farla corta, Che mi fé far cotanti strafalcioni".

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Gaudeamus igitur: studenti e goliardia 1888-1923, Bologna, Bologna university press, 1995, pp. 95-96