Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1884

Il museo Bombicci

Nella seduta del 30 marzo 1884 la Società degli Insegnanti chiede a Luigi Bombicci (1833-1903), professore di mineralogia all'Università, di allestire un museo per l'insegnamento oggettivo.

Egli realizza un originale museo didattico e “circolante” per le scuole, attraverso un sistema di trasporti e prestiti simile a quello delle biblioteche circolanti.

E' organizzato in tre armadi, corrispondenti ai tre regni della natura, ognuno con due serie di quindici cassetti. E' pensato per un insegnamento di stampo positivistico, basato sull'osservazione degli oggetti naturali, organizzati in un sistema catalogato.

Per qualche tempo il museo sarà alloggiato in casa di Bombicci, poi sarà ospitato dalla Società degli Insegnanti, nella sua sede in via Sant'Isaia. Sarà infine donato dal professore alla scuola infantile dell'Arcoveggio.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Museo Didattico Scientifico "L. Bombicci" - Fonte: Iperbole - Città...

Approfondimenti:

  • Il Consiglio provinciale. La storia attraverso le strade, Bologna, a cura della Presidenza Consiglio della Provincia, 2011, p. 58
  • Tiziano Costa, Grande libro dei personaggi di Bologna. 420 storie, Bologna, Costa, 2019, p. 56
  • Mirella D'Ascenzo, La scuola elementare nell'età liberale. Il caso Bologna, 1859-1911, Bologna, Clueb, 1997, pp. 168-170
  • Dizionario dei bolognesi, a cura di Giancarlo Bernabei, Bologna, Santarini, 1989-1990, v. 1., pp. 125-126 (L. Bombicci)
  • Carlo Manelli, La Massoneria a Bologna dal XII al XX secolo, Bologna, Analisi, 1986, p. 123
  • Odette Righi, Dall'asilo alla scuola dell'infanzia. Bologna 1840-1970. 130 anni di storia, Bologna, Cappelli, 1979, p. 38