Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1881

Il progetto degli acquedotti rurali di Quirico Filopanti

Quirico Filopanti, estroverso intellettuale di Budrio, rappresentante democratico, scrive al sindaco di Ravenna proponendo l'idea di una rete di acquedeotti rurali e urbani, destinati a risolvere definitivamente il problema idrico tra Bologna e il mare. Il progetto prevede la captazione delle acque nel territorio di Castelfranco Emilia e la distribuzione tramite una conduttura in rovere rivestita di zinco e sostenuta da pali da collocare lungo le vie.

Filopanti attribuisce grande importanza al contesto rurale, anche per ragioni socio-economiche: è giusto che i contadini, che con il sudore della loro fronte alimentano tutta la popolazione, abbiano tra i primi la soddisfazione dell'acquedotto.

L'impianto è del resto pensato soprattutto per affrontare l'emergenza sanitaria: il colera, il tifo, la gastroenterite sono in questo periodo tra le maggiori cause di morte della popolazione rurale.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Quirico Filopanti in mostra nel Museo della Città di Palazzo Pepoli (BO) Busto di Filopanti a Palazzo Pepoli (BO) Monumento a Quirico Filopanti nella natia Budrio

Approfondimenti:

  • Angelo Varni, Roberto Balzani, "Viribus Unitis". Tentativi di creare infrastrutture e integrare territori nell'area bolognese e in Romagna fra '800 e '900, Bologna, Hera, stampa 2002, pp. 23-25