Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1881

Il Partito socialista rivoluzionario di Romagna

A Rimini, durante un congresso clandestino presieduto da Andrea Costa, al quale partecipano una quarantina delegati dei circoli anarchici della regione, viene fondato il Partito socialista rivoluzionario di Romagna.

Secondo il programma, pubblicato sul giornale "La Plebe" di Milano, il partito - strumento di lotta “fra classe e classe” - ripudia il metodo cospirativo anarchico e si propone, attraverso un'azione alla luce del sole, di abbattere l'ordine attuale e favorire l'avvento di una nuova società socialistica.

Esso deve essere in grado di promuovere la rivoluzione quando vi sono le condizioni necessarie per la sua riuscita, di ispirarla e dirigerla quando è scoppiata.

Il secondo congresso del Partito Socialista rivoluzionario di Romagna sarà convocato nel 1883 a Ravenna, ma verrà sciolto con la forza dalla polizia. Durante il terzo congresso, riunito a Forlì il 20 luglio 1884, sarà fondato il Partito Socialista Rivoluzionario Italiano.

 

 

 

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

Luigi Arbizzani, Sguardi sull'ultimo secolo. Bologna e la sua provincia, 1859-1961, Bologna, Galileo, 1961, p. 56


La storia d'Italia, Roma, La Biblioteca di Repubblica, 2005, vol. 25, Cronologia, p. 159