Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1877

Palazzo Caprara donato al Duca di Montpensier

Antonio d'Orléans, duca di Montpensier, ultimo figlio del re di Francia Luigi Filippo, riceve in dono palazzo Caprara dalla nobildonna genovese Maria Brignole Sale, vedova del duca Raffaele de Ferrari, e nel 1888 eredita anche il titolo di Duca di Galliera, legato ad esso dai tempi di Napoleone.

Sposo dell'infanta di Spagna Eulalia, zia di re Alfonso XIII, negli ultimi anni della sua vita abiterà la sontuosa e centralissima dimora bolognese, dando vita a un salotto tra i più famosi in Italia, frequentato da letterati, scienziati, artisti e soprattutto da personaggi dello spettacolo.

Nel 1888 commissionerà alla Manifattura di Angelo Minghetti di Bologna un imponente servizio di maioliche dipinte, di circa 900 pezzi, presentato con grande successo all'Esposizione emiliana di quell'anno. Una parte del servizio sarà acquisito dopo il 2008 dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna ed esposto nel 2017.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

Umberto Beseghi, Palazzi di Bologna, 2. ed., Bologna, Tamari, 1957, p. 255


Tiziano Costa, Le grandi famiglie di Bologna. Palazzi, personaggi e storie, Bologna, Costa, 2007, p. 84


Nuovo fregio di gloria. Acquisizioni d'arte per la storia di Bologna (2016-2018), a cura di Angelo Mazza, Bologna, Bononia University Press, 2018, pp. 10-12


Palazzo Caprara. Sede della Prefettura di Bologna, Bologna, Costa, 2002


Marco Poli, Bologna com'era, Argelato, Minerva, 2020, p. 124


Le strade di Bologna. Una guida alfabetica alla storia, ai segreti, all'arte, al folclore (ecc.), a cura di Fabio e Filippo Raffaelli e Athos Vianelli, Roma, Newton periodici, 1988-1989, vol.3., p. 750