Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1876

Processo agli internazionalisti

Davanti a un vasto pubblico si apre a Bologna il processo contro Andrea Costa e altri 78 internazionalisti, che hanno partecipato al fallito moto anarchico del 1874.

Tra essi l'ex comunardo Teobaldo Buggini, conosciuto come il "cameriere" del Foro Boario, Abdon Negri, Alessandro Calanchi, agricoltore della Bassa, Alfonso Leonesi, ex volontario garibaldino, Giuseppe Marchesini, Camillo Penazzi, Francesco Pezzi, Antonio Cornacchia.

Nel collegio di difesa spiccano i nomi del prof. Giuseppe Ceneri, membro della Loggia "Concordia umanitaria", ex garibaldino e futuro senatore, e di Giuseppe Barbanti Brodano, Maestro Venerabile della Loggia Rizzoli, già volontario della guerra serbo-turca.

Sfilano autorevol itestimoni a discarica, quali Aurelio Saffi e Giosue Carducci, Enrico Ferri. Tra gli astanti vi sono i giovani Filippo Turati e Leonida Bissolati, studenti a Bologna e futuri leader del socialismo riformista.

Andrea Costa prende la parola dopo gli avvocati della difesa e reclama per sè e per i compagni il diritto al rispetto dei contemporanei e al giudizio della storia.

Noi vogliamo lo svolgimento pieno e completo di tutti gli istinti, di tutte le facoltà, di tutte le passioni umane, noi vogliamo l'umanamento dell'uomo.

Più avanti rivendica come positivo per sé e per i compagni l'epiteto di "malfattori" dato loro dai borghesi:

Ci chiamano malfattori e peggio che malfattori. Ebbene questo titolo lo accettiamo come fece un giorno la borghesia; e chi sa che un giorno come la croce da strumento di infamia divenne simbolo di redenzione, questo nome di malfattoridato a noi e da noi accettato non indichi i precursori di una generazione novella.

Il processo si conclude il 17 giugno con una clamorosa assoluzione degli imputati. Liberati dopo 22 mesi di carcere preventivo, gli internazionalisti sono accolti a Bologna da vive manifestazioni di giubilo, mentre a Imola, da dove molti di loro provengono, una folla immensa li acclama alla stazione.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Luigi Arbizzani, Sguardi sull'ultimo secolo. Bologna e la sua provincia, 1859-1961, Bologna, Galileo, 1961, p. 46
  • Luigi Arbizzani, La stampa periodica socialista e democratica nella provincia di Bologna, 1860-1926, a cura di Maria Chiara Sbiroli, Bologna, Compositori, 2014, p. 61
  • Alessandro Aruffo, Breve storia degli anarchici italiani. (1870-1970), Roma, Datanews, 2004, p. 45
  • Atlante bolognese. Dizionario alfabetico dei 60 comuni della provincia, testi di Cesare Bianchi, Bologna, Poligrafici Editoriali, 1993, p. 50
  • Furio Bacchini, Un laico dell'Ottocento. Andrea Costa libero muratore, libero pensatore, socialista libertario,
    Imola, La mandragora, 2001, pp. 91-95
  • Bakunin e la Prima Internazionale in Emilia, mostra documentaria, Reggio Emilia, Sala comunale delle esposizioni, Isolato S. Rocco, 19 marzo-17 aprile 1977, Comune di Reggio Emilia, Assessorato alle istituzioni culturali, Biblioteca municipale A. Panizzi, 1977, p. 57
  • Franco Cristofori, Bologna come rideva. I giornali umoristici dal 1859 al 1924, Bologna, Cappelli, 1973, p. 123
  • Pier Paolo D'Attorre, La politica, in Renato Zangheri, Bologna, Roma, ecc., Laterza, 1986, p. 79
  • Vittorio Emiliani, Libertari di Romagna. Vite di Costa, Cipriani, Borghi, Ravenna, Longo, 1995, pp. 67-69

  • Nazario Galassi, Vita di Andrea Costa, Milano, Feltrinelli, 1989, pp. 145-147
  • Questa Romagna. Storia, costumi e tradizioni, a cura di Andrea Emiliani, Bologna, Alfa, 1968, vol. 1., p. 241
  • Pascoli. Vita e letteratura. Documenti, testimonianze, immagini / a cura di Marco Veglia, Lanciano, Carabba, 2012, pp. 100-101
  • Gianluca Stanzani, La Società dei Reduci dalle Patrie Battaglie, in: Mariagrazia Esposito, Gianluca Stanzani, Persicetani uniti. Storie e uomini del Risorgimento bolognese (1815-1871), San Giovanni in Persiceto, Maglio, 2011, p. 181

  • Su, compagni, in fitta schiera. Il socialismo in Emilia-Romagna dal 1864 al 1915, a cura di Luigi Arbizzani, Pietro Bonfiglioli, Renzo Renzi, Bologna, Cappelli, 1966, pp. 71-76