Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1874

A Imola proteste contro il carovita

La Società cooperativa di Imola organizza una cucina economica, che dispensa pane e carne a prezzi ribassati a operai e a poveri proletari. Il 15 aprile viene chiusa dalle autorità.

Il 2 giugno scoppia una protesta popolare contro l'aumento dei prezzi, con assalti ai forni e alle panetterie contrastati dalle forze dell'ordine, che effettuano 36 arresti.

Viene incendiato col petrolio, "all'uso dei comunisti di Parigi", anche il portone del palazzo del conte Giovanni Codronchi, sindaco conservatore di Imola.

Tra i fermati vi sono anche alcune donne e il tribunale di Bologna ne condannerà 19. Diverse madri di famiglia saranno costrette a portare con sé in carcere i figli più piccoli. Il 5 giugno, comunque, la cucina economica sarà riaperta.

 

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

Luigi Arbizzani, Sguardi sull'ultimo secolo. Bologna e la sua provincia, 1859-1961, Bologna, Galileo, 1961, p. 43


Vittorio Emiliani, Libertari di Romagna. Vite di Costa, Cipriani, Borghi, Ravenna, Longo, 1995, pp. 62-63