Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1873

Le cucine economiche popolari

Promossa dalla Società Operaia, apre in Borgo Casse una cucina economica, con lo scopo di distribuire cibi pronti a prezzi popolari.

L'iniziativa ha subito un notevole successo: nei primi mesi di attività arriva a produrre circa 10.000 pasti al giorno, tra razioni di pane, minestre e pietanze e sarà replicata in altri rioni cittadini.

Nuove cucine sorgeranno in via Mirasole, in vicolo Vinazzetti e in via del Carro, con il concorso dell'Opera Pia dei Poveri Vergognosi, del Municipio, della Congregazione di Carità e della Cassa di Risparmio.

Queste prime esperienze avranno però vita breve: cesseranno la loro attività entro il 1888 per motivi economici: i costi sostenuti saranno infatti di gran lunga superiori ai finanziamenti delle istituzioni cittadine e alle somme offerte dalla beneficenza privata.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Andrea Farnè, Le opere pie a Bologna. Ruolo e storia della Compagnia de' Poveri Vergognosi, Bologna, Le coq, 1989, p. 100
  • Gaetano Miti, Bologna il comune bottegaio: dai negozi di Zanardi all'Ente dei Consumi, Bologna, Patron, 2015, pp. 18-19
  • Marco Poli, Accadde a Bologna. La città nelle sue date, Bologna, Costa, 2005, p. 217