Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1865

Teatro meccanico in piazza Cavour

In piazza Cavour è esposto al pubblico il Teatro meccanico dei Paesi Bassi, dei signori Ellemberg e Sebastiani. Esso propone uno Spettacolo del Mondo in miniatura vivente.

Sono rappresentati bei luoghi e paesi, ma soprattutto i più sorprendenti fenomeni della natura: il tramonto del sole, il flusso e riflusso del mare, la pioggia, l'inverno, il giorno e la notte. Il mare passa improvvisamente da calmo a burrascoso, gli uomini e gli animali si muovono con naturalezza.

Dipinto da uno dei migliori pittori olandesi, il teatro è già stato ospitato in diverse corti europee. Il programma prevede, nella prima parte, una serie di scene ambientate nelle regioni del Nord.

Nella seconda parte è esposta una testa gigante vivente. La terza parte è una esperienza plastica con l'uso del megascopio, un apparecchio che riproduce a grandezza naturale gemme, fiori, frutti, bassorilievi.

Segue una quarta parte dedicata all'astronomia e al mondo primitivo e una quinta in cui vengono presentate costruzioni antiche e moderne, da Hampton Court a Piazza San Marco, alla muraglia cinese, tramite dissolving views, "quadri moventi" ottenuti con "gaz idro-ossigeno".

Vi sono poi le sette meraviglie del mondo e infine una serie di giochi ottico-meccanici e una lampada a luce elettrica, che produce l'effetto di quaranta lampade in argento.

I “Quadri dissolventi” sono nuovi per il pubblico bolognese, che accorre numeroso, nonostante l'alto prezzo del biglietto. Nella stessa piazza è visibile anche l'antico gabinetto ottico-meccanico con i celebri “automi del Droz”, in passato già presentati a Bologna.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Frontespizio dell

Approfondimenti:

Enrico Bottrigari, Cronaca di Bologna, a cura di Aldo Berselli, Bologna, Zanichelli, 1960-1962, vol. 3., p. 374


Teatro meccanico dei Paesi Bassi, ossia Esposizione di differenti oggetti spettanti all'arte ed alla natura, dei signori Ellemberg e Sebastiani, Napoli, Tip. Vara, 1850ca