Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1864

Le case dei poveri in via Sana

Il Comune concede a prezzo simbolico, a una Società anonima che fa capo alla Cassa di Risparmio, un'area edificabile nei pressi di porta Saragozza per la costruzione di case popolari.

Lungo le mura, verso porta S. Isaia, dopo la demolizione delle abitazioni esistenti e lo sgombero dei residenti, vengono costruite otto casette tutte uguali, divise in quattro appartamenti, "composti della cucina, di una camera da letto, di un piccolo camerino contenente il cesso e l'acquaio, e di un locale pel combustibile".

Dal 17 maggio, piccole famiglie di operai possono disporre di 32 appartamenti di nuova costruzione, a prezzi d'affitto piuttosto bassi. La nuova strada è chiamata "via Sana", ma molti operai rifiuteranno, per dignità, di abitare nelle "case dei poveri".

Più avanti gli alloggi saranno incorporati nel nuovo manicomio Roncati e destinati come dormitori dei dementi innocui. Con i proventi della vendita sarà costruito il "falansterio" di via Saragozza, su progetto dell'ing. Coriolano Monti.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Carla Angeloni, Marco Poli, Il bene della casa. I 130 anni della Cooperativa Risanamento, Argelato, Minerva, 2014, pp. 7-8
  • Enrico Bottrigari, Cronaca di Bologna, a cura di Aldo Berselli, Bologna, Zanichelli, 1960-1962, vol. 3., p. 329
  • Carlo Cesari, Giuliano Gresleri, Residenza operaia e città neo-conservatrice. Bologna caso esemplare, Roma, Officina, 1976, pp. 105-106
  • Franco Cristofori, Bologna. Immagini e vita tra Ottocento e Novecento, Bologna, Alfa, stampa 1978, p. 456
  • Mirtide Gavelli, Igiene, sanità e diritto dell'abitare: la rivoluzione di fine Ottocento, in: Dalle società di mutuo soccorso alle conquiste del welfare state, a cura di Anna Salfi e Fiorenza Tarozzi, Roma, Ediesse, 2014, pp. 118-120
  • Roberto Scannavini e Raffaella Palmieri, Michele Marchesini, La nascita della città post-unitaria, 1889-1939: la formazione della prima periferia storica di Bologna, Bologna, Nuova Alfa, 1988, p. 60