Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1863

Il Concerto delle Ocarine

Si forma a Budrio il quintetto denominato Il Concerto delle Ocarine. Vi suona inizialmente anche Giuseppe Donati (1836-1925), inventore del piccolo strumento di terracotta chiamato, appunto, ocarina.

Il successo commerciale lo costringerà però a lasciare il complesso e a dedicarsi completamente alla fabbricazione.

Nel novembre 1869 i giovani di Budrio terranno alcuni concerti a Bologna al Teatro Brunetti, dove non mancheranno "gli ascoltatori e gli applausi".

Il Concerto delle Ocarine passerà, in formazione definitiva, da cinque a sette elementi e mieterà consensi in tutto il mondo.

Alla fine dell'800 un certo Giulio Franceschi gestirà a Bologna, in via San Vitale, all'angolo con via dell'Unione, il Caffè degli Ocarinisti di Budrio, ulteriore testimonianza della fama raggiunta dallo strumento e dalla musica da esso derivata.

 

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Atlante bolognese. Dizionario alfabetico dei 60 comuni della provincia, Bologna, Poligrafici Editoriali, 1993, p. 87
  • Enrico Bottrigari, Cronaca di Bologna, a cura di Aldo Berselli, Bologna, Zanichelli, 1960-1962, vol. 4., p. 118
  • Cent'anni fa Bologna. Angoli e ricordi della città nella raccolta fotografica Belluzzi, a cura di Otello Sangiorgi e Fiorenza Tarozzi, Bologna, Costa, 2000, pp. 184-185 (foto)
  • Luciano Manini, Memorie e testimonianze dall'Unità d'Italia alla liberazione dal nazi-fascismo e oltre, raccolte nel vissuto del mondo "accademizzato" in "Contadino" dagli anni '40 del secolo scorso ai giorni nostri, Pieve di Cento, Bagnoli1920, 2016, p. 45
  • Alessandro Molinari Pradelli, Bologna in vetrina: dall'Unità d'Italia alla Belle Epoque, Bologna, L'inchiostro blu, Cassa di Risparmio in Bologna, 1994, p. 153
  • Michele Pastore, Let's play the ocarina. Suoniamo l'ocarina, in: "Bologna incontri", 1 (1983), pp. 35-37
  • Giuseppe Pittano, Carla Xella, I giorni di Bologna e dell'Emilia-Romagna, Bologna, Cappelli, 1978, p. 262
  • Fedora Servetti Donati, È Budrio un buon castel del Bolognese. Breve guida al centro storico di Budrio, Bologna, Compositori, 2002, pp. 52-57

  • Il suono dell'argilla. L'ocarina di Budrio 150 anni dopo, a cura di Alessandro Molinari Pradelli, Budrio, Comune di Budrio, Assessorato alla cultura, 2003

Internet: