Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1862

La Guardia Nazionale

Comincia, nella caserma dei Servi, la distribuzione delle armi alla prima compagnia della Guardia Nazionale. Da pochi giorni è in città il generale Camillo Boldoni (1818-1898), ex aiutante di Pepe nella difesa di Venezia, nominato dal governo al comando della Guardia.

Egli assegna ad ogni compagnia una piazza per l'adunanza. Su ognuna di esse viene collocata una tabella con gli ordini del giorno.

Il 25 maggio, nella piazza d'armi della Montagnola, si terrà il solenne giuramento degli ufficiali e dei militi. L'8 giugno la Guardia Nazionale inizierà, con alcune sentinelle, a montare la guardia davanti al Palazzo comunale.

Infine il 15 giugno, nella caserma dei Servi, davanti al generale Boldoni giureranno i battaglioni delle frazioni e dei sobborghi di Bologna.

Milizia popolare in armi, la Guardia Nazionale eviterà, in alcune occasioni, di intervenire contro il popolo che protesta per il carovita o le nuove tasse.

Per questo il corpo sarà più volte redarguito e censurato e verrà sciolto nel 1866.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

Luigi Arbizzani, Sguardi sull'ultimo secolo. Bologna e la sua provincia, 1859-1961, Bologna, Galileo, 1961, p. 23


Enrico Bottrigari, Cronaca di Bologna, a cura di Aldo Berselli, Bologna, Zanichelli, 1960-1962, vol. 3., pp. 244, 248-252