Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1862

Il Regio Istituto Tecnico

Con R.D. del 30 ottobre 1862 è fondato il Regio Istituto Tecnico di Bologna, voluto dall'Amministrazione provinciale, dal Comune e della Camera di Commercio e Arti.

E' aperto ufficialmente il 9 dicembre in via San Domenico (poi via Garibaldi), nel complesso già sede del Gabinetto Aldini e delle Scuole Pie.

Nel primo periodo di attività opereranno le sezioni Fisico-Matematica, Commercio-Ragioneria e Agrimensura. Nel 1883 l'istituto verrà intitolato allo scrittore e agronomo bolognese Pier Crescenzi (XIII-XIV sec.). Avrà tra i suoi insegnanti Antonio Pacinotti (1841-1912), Augusto Righi (1850-1920), lo scrittore Adolfo Albertazzi (1865-1924).

Dal 1923 la sezione Fisico-Matematica sarà assorbita nel nuovo liceo scientifico "A. Righi". Dopo la riforma Gentile (1931) la scuola assumerà la denominazione di Regio Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri "Pier Crescenzi".

Nel 1962 l'antica sezione Agrimensura diventerà un instituto autonomo per geometri intitolato ad Antonio Pacinotti, con sede in via Gombruti e nell'ex convento di Santa Maria della Concezione in via Saragozza. Nel 1983 il Pier Crescenzi si trasferirà nello stesso complesso.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

La sede del Regio Istituto Tecnico in piazza San Domenico (BO) Ex Istituto Tecnico "Pier Crescenzi" (BO) Sede dell

Approfondimenti:

  • Antologia Centocinquantenaria, Istituto Crescenzi Pacinotti Bologna 1862-1912, Bologna, Istituto Crescenzi Pacinotti, 2014, vol. 1.: Archeologie, pp. 20-21, 73
  • Antologia Centocinquantenaria. Istituto Crescenzi Pacinotti Bologna 1862-2012, Bologna, Istituto Crescenzi Pacinotti, 2014, vol. 3: Album biografico, pp. 38-44 (Pier Crescenzi)
  • Enrico Bottrigari, Cronaca di Bologna, a cura di Aldo Berselli, Bologna, Zanichelli, 1960-1962, vol. 3., p. 278
  • Francesco Bochicchio, I precedenti storici dell'istruzione tecnico-professionale nell'area bolognese dalla legge Casati alla Carta della Scuola, in: Manutenzione e sostituzione. L'artigianato, i suoi modelli culturali, la città storica, Bologna, CLUEB, 1983, p. 41
  • Marco Bresadola, Una scuola per la didattica e la ricerca; Pacinotti, Righi e gli strumenti di fisica del "Pier Crescenzi", in: "Strenna storica bolognese", 61 (2011), pp. 19-26
  • Bruno Breveglieri, Da San Domenico alla Concezione: centotrentatré anni di storia dell'Istituto Pier Crescenzi, in: "Strenna storica bolognese", 46 (1996), pp. 169-186
  • Alfonso D'Amato O.P, I Domenicani a Bologna, Bologna, Studio domenicano, 1988, vol. 2., 1600-1987, p. 942 (data cit.: 30 ottobre 1858)
  • Mirella D'Ascenzo, La scuola elementare nell'età liberale. Il caso Bologna, 1859-1911, Bologna, Clueb, 1997, p. 81
  • Percorsi di ricerca: la fisica attraversa Bologna, Museo Civico Archeologico di Bologna, 7 ottobre - 13 novembre 2005, a cura di A. M. Rossi ... et al., Bologna, Bononia University Press, 2005, p. 189
  • Marco Poli, Accadde a Bologna. La città nelle sue date, Bologna, Costa, 2005, p. 212
  • Lo Studio e la città: Bologna 1888-1988, a cura di Walter Tega, Bologna, Nuova Alfa, 1987, p. 310