Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1862

Aiuti agli emigrati politici

Dopo l'annessione al Regno sabaudo, Bologna diviene meta di tanti profughi dallo Stato Pontificio e dal Veneto. Molti di essi hanno combattuto le battaglie per l'indipendenza o sono “superstiti ai Mille di Marsala”.

Se riconosciuti come rifugiati politici in stato di bisogno, essi vengono sussidiati dalla Commissione provinciale incaricata di distribuire gli aiuti stanziati dal nuovo Stato. E' composta da "onorevoli cittadini" nominati dal Prefetto.

Un altro canale di assistenza è la Società di mutuo soccorso dell'emigrazione politico-italiana in Bologna, che si costituisce nell'agosto 1862, con lo scopo dichiarato di rendere meno dura la vita dei più poveri tra i fuoriusciti.

La presiede Pietro Ellero (1833-1933), professore di diritto penale all'Università, famoso per i suoi scritti sull'abolizione della pena di morte e anch'egli emigrato dal Veneto.

Per raccogliere fondi egli non esiterà a rivolgersi alla famosa attrice Adelaide Ristori (1822-1906), "donna veneta, italiana e italiana grande", che, in occasione delle sue recite a Bologna, devolverà ai profughi poveri una parte dell'incasso.

Fonti della notizia:

consulta

Internet:

Archivio di Stato di Bologna - ... E Bologna si fece Italia


Pietro Ellero - Wikipedia


Treccani.it - Ellero, Pietro - di Cristina Vano - Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 42 (1993)