Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1853

Una galleria di papi a San Michele in Bosco

Il Commissario mons. Gaspare Grassellini, in previsione di un soggiorno di Pio IX a Bologna, promuove l'abbellimento della Villa Legatizia di San Michele in Bosco con una galleria di ritratti dei papi, commissionati ai migliori artisti dell'epoca, quali Adeodato Malatesta, Napoleone Angiolini, Antonio Malaspina, Alessandro Guardassoni, Antonio Muzzi, Clemente Alberi. Essi saranno sistemati nel loggiato dell'ex monastero olivetano.

I ritratti raggiungeranno il ragguardevole numero di 87 (su 253 previsti), in parte regalati da privati cittadini. La galleria dei ritratti papali sarà smantellata pochi anni dopo.

Nel 1859, con la fine del governo pontificio, i quadri saranno rimossi e collocati in un magazzino. Alcuni di essi finiranno nella sacrestia della chiesa di San Michele in Bosco e nella biblioteca dell'Istituto Rizzoli.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Bologna nell'Ottocento, a cura di Giancarlo Roversi, Roma, Editalia, 1992, p. 96
  • Carlo Colitta, Bologna rovistata, Bologna, Tecnoprint, 1993, pp. 135-137
  • Angelo Rambaldi, San Michele in Bosco. Un monastero nella storia d'Italia. Dagli Olivetani all'Istituto Ortopedico Rizzoli, Bologna, IOR, p2000, p. 99
  • Giovanni Sassu, Il ciclo dei papi di San Michele in Bosco, in: Marco Poli, Silvia Urbini, L'Oratorio di San Filippo Neri a Bologna, Bologna, Costa, 2000, pp. 85-94