Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1851

Stabilimento per la filatura della canapa alla Canonica

Un gruppo di nobili e di ricchi borghesi di Bologna, tra i quali l'ex ministro Marco Minghetti, il conte Zucchini, il banchiere Raffaele Rizzoli, riuniti nella Società Anonima Bolognese, promuove la costruzione di un grande e moderno opificio per la filatura della canapa nei pressi di Casalecchio di Reno, in località Canonica, inglobando edifici industriali un tempo adibiti a cartiera e raffineria d'olio.

Prima di avviare lo stabilimento, il gerente visita diversi tipi di filande in Europa, constatando la superiorità delle macchine inglesi, su quelle francesi. Installa quindi sul canale di Reno impianti inglesi, con la consulenza tecnica di capi fabbrica inglesi.

La filanda di Casalecchio può essere considerata emblematica della linea di sviluppo industriale portata avanti a Bologna in questi anni, di quel tipo di "industria naturale", basata su materie prime prodotte in loco, che molti operatori economici propugnano da tempo.

Nel 1857 la fabbrica conterà circa 150 operai, dei quali circa cinquanta ragazzi tra i 13 e i 15 anni, impegnati per 13 ore al giorno. Nel 1861 dei 300 addetti quasi la metà saranno donne. A fine secolo il canapificio della Canonica avrà oltre 500 operai e sarà tra i primi in Italia per dimensioni, macchinari e disponibilità finanziaria.

Sarà dotato di nuove macchine e innovative procedure e verrà progressivamente ampliato, soprattutto dopo la sua acquisizione, nel 1906, da parte del Linificio e Canapificio Nazionale.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Milana Benassi Capuano e Maria Angela Neri, Oltre i cancelli... al Reno, Bologna, Istituto Comprensivo n. 1, 2010, pp. 28, 50, 107, 113-122
  • Enrico Bottrigari, Cronaca di Bologna, a cura di Aldo Berselli, Bologna, Zanichelli, 1960-1962, vol. 4., p. 104
  • Comune di Bologna, Macchine, scuola, industria. Dal mestiere alla professionalità operaia, Bologna, Il mulino, 1980, pp. 108-109, 150-151
  • Tra passione e professione. Il lavoro della canapa nelle fotografie di un cicloturista: Antonio Pezzoli (1870-1943), a cura di Angela Tromellini, Stefano Pezzoli, Silvio Fronzoni, Bologna, Compositori,  2001, pp. 105-144
  • Imparare la macchina. Industria e scuola tecnica a Bologna, a cura di Roberto Curti e Maura Grandi, Bologna, Compositori, 1998, p. 55
  • Paola Pacetti, Gli anni 1850-1860: fra innovazione e conservazione. L'attività manifatturiera a Bologna e Ferrara, in: Storia della Emilia Romagna, a cura di Aldo Berselli, Imola, University Press Bologna, 1980, vol. 3., pp. 212-213, 221
  • La ruota e l'incudine. La memoria dell'industria meccanica bolognese in Certosa, a cura di Antonio Campigotto, Roberto Martorelli, Bologna, Minerva, 2016, p. 19